English
APRI
Già registrato? ACCEDI o Abbonati
Direttore Responsabile: Angelo Scorza
Stampa
21/09/22 08:42

Lo shipping torna a supportare il tennis internazionale a Genova

Nuova edizione – dopo due anni di forzosa sospensione – dell’AON Open Challenger Memorial Giorgio Messina

di Angelo Scorza

 

A Mauro Iguera, Presidente del Comitato Organizzatore, è bastato un rapido giro di telefonate e in poco più di 24 ore sono stati confermati praticamente tutti gli storici sponsor che da sempre sostengono l’organizzazione a Genova dell’AON Open Challenger Memorial Giorgio Messina.

Giunta quest’anno alla XVIII edizione, e tornata alla ribalta dopo due anni di saggia ‘autosospensione’ causa covid, la kermesse tennistica è supportata da un gran numero di aziende di shipping e dintorni, che rispondono ai nomi di: Cambiaso Risso, Ignazio Messina, ERG Rimorchiatori Riuniti, PL Ferrari, SIAT, Mednav-Augusta Due, Sea World Management, Generali, Coeclerici, F.lli Orsero, Studio Lonoce, Costa Edutainment, Martinoli & C., Auscomar-Union Flag, D’Alesio, Banca Passadore, Studio Legale Bonelli Erede, MARE, IMT Studio Tecnico Navale Dagnino, SIAD, Studio Tecnico Averame, Studio Tributario Societario Deloitte, Lercari, Studio Legale Camera Vernetti, Villa Montallegro, Queirolo & Associati, Italmatch, Studio Legale Mordiglia, Studio Bettini Formigaro Pericu, Siccardi & Bregante, Ferrando & Massone, Premuda, MW Gestion.

zoom

Sono costoro, insieme al Title Sponsor AON, che Iguera – sempre più a suo agio di anchorman dalla memoria di ferro nello sciorinare numeri, dati e nomi senza fallire un colpo – ha tenuto a ringraziare alla consueta cena di gala del lunedì, in apertura di torneo, nella splendida cornice del green park di Valletta Cambiaso, con oltre 600 persone presenti, illuminata anche da un gran finale di fuochi d’artificio.

Un grande momento di festa con la partecipazione di tutte le massime autorità regionali e cittadine, dal Presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti al Sindaco di Genova, Marco Bucci, i quali hanno evidenziato l'importanza del torneo che nelle ultime edizioni ha sempre portato a Valletta Cambiaso oltre 25mila persone complessive nell’intera settimana; serata straordinaria per un torneo che torna ad essere fiore all’occhiello di una Genova che nel 2024 sarà Capitale Europea dello Sport. E per quell’occasione, si è sbilanciato Iguera, potrebbe arrivare un qualcosa di più, ovvero l’organizzazione di un torneo ATP 250.

zoom

Nel frattempo il torneo internazionale di tennis ha messo in paniere ed in palio un Total Financial Commitment (montepremi + iscrizione) di ben 185mila dollari, che saranno ambiti da top player che vanno dal numero 40 al mondo (già numero 17 del ranking ATP), 1 top 70 e 3 top 80, con entry list di 6 top 100 complessivi. Tra gli iscritti giocatori che hanno vinto insieme 15 titoli del circuito ATP World Tour 250 oltre ad alcuni talenti mondiali in corsa per le finali del Next Gen ATP Finals 2022.

Come si ricorderà, l’Aon Open Challenger -Memorial Giorgio Messina è stato premiato nel 2018 e nel 2019 come miglior Challenger italiano dalla Federazione Italiana Tennis e nel 2014 come miglior Challenger del mondo.

zoom

Infine, in un mondo che cerca di essere sempre più verde, ci sarà una visione ecosostenibile dello sport anche per il Challenger di Genova, che elimina le 13.000 bottigliette di acqua in plastica utilizzate sino all’ultima edizione. Grazie alla rinnovata collaborazione con Esosport, l’intero staff del torneo ed i giocatori verranno forniti di borracce in alluminio, le sole bottigliette in plastica saranno utilizzate per i giocatori durante gli incontri e saranno successivamente conferite negli appositi contenitori per il riciclo, mentre grazie al progetto Esosport balls (Return your ace) il Challenger di Genova aderisce alla raccolta ed il riciclo di palline da tennis esauste riducendo al massimo il loro impatto ambientale.

Stampa