English
APRI
Già registrato? ACCEDI o Abbonati
Direttore Responsabile: Angelo Scorza
Stampa
11/05/22 13:03

A Nidec ASI l’elettrificazione delle banchine passeggeri di Genova

Palazzo San Giorgio ha decretato l’assegnazione del contratto da quasi 18 milioni di euro, che rientra negli investimenti pervisti dal Programma Straordinario di Investimenti

Sarà il Raggruppamento Temporaneo di Imprese (RTI) Nidec ASI a realizzare il sistema di cold ironing alle banchine passeggeri del porto di Genova, tramite cui i traghetti e le navi da crociera che scaleranno sotto la Lanterna potranno collegarsi alla rete elettrica terrestre e spegnere così i generatori di bordo durante le soste, riducendo il loro impatto ambientale.

L’intervento, denominato ufficialmente ‘Progetto 2946: Cold Ironing del Porto di Genova per banchine crociere e traghetti” è parte del Programma Straordinario di Investimenti urgenti per la ripresa e lo sviluppo del porto di Genova, definito a valle dell’istituzione del Commissario per la ricostruzione di ponte Moranti e del Decreto Genova, e come detto riguarda soltanto le banchine dedicate alla movimentazione di passeggeri.

L’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Occidentale – che del suddetto progetto è attuatore su mandato del Commissario, il Sindaco di Genova Marco Bucci – ha ora decretato l’assegnazione del contratto relativo a queto progetto, la cui versione definitiva era stata approvata con un decreto dell’authority del 7 marzo 2022, in cui veniva anche avviata la procedura negoziata per il conferimento dell’appalto (ex art. 63 DLegs 50/2016) e confermato l’investimento stimato per quest’opera, pari a 20 milioni di euro.

La Commissione giudicatrice, incaricata il 7 aprile scorso, il 21 aprile ha aperto le buste, individuando in quella del RTI Nidec ASI l’offerta economica più vantaggiosa, pari a 17,73 milioni (inclusi 161.000 euro di oneri per la sicurezza) con un ribasso del 2% sulla base di gara.

Verificata quindi la correttezza della documentazione fornita dall’offerente, Palazzo San Giorgio con un atto formale firmato il 9 maggio dal dirigente dell’authority Marco Vaccari ha “decretato di aggiudicare l’appalto relativo alla progettazione esecutiva e alla realizzazione dei lavori relativi al progetto 2946 al RTI Nidec ASI per 17,73 milioni, inclusi 161.000 euro di oneri per la sicurezza”.

Nidec ASI – parte del colosso tecnologico internazionale Nidec – vanta già una significativa track list di interventi di questo tipo: l’azienda si era aggiudicata l’elettrificazione delle banchine genovesi di Prà, è al lavoro per l’elettrificazione delle banchine del porto maltese di la Valletta ed è tra i soggetti in corsa per ottenere lo stesso appalto nel porto di Savona.

 

F.B.

 

 

TAG : porti
Stampa