APRI
Già registrato? Download PDF ACCEDI o REGISTRATI
Direttore Responsabile: Angelo Scorza
Stampa
04/12/07 21:36

Un, due, tre, quattro…Barbaro!

Cerimonia per 4 tanker in Corea. Unicredit mette uno zampino nell’espansione di PB Tankers

Quattro navi di un solo armatore nella stessa cerimonia non e' evento da tutti i giorni.
Il fatto assume maggiore rilevanza quando attore protagonista dell’evento e' una societa' italiana che, con assoluta discrezione, ha costruito in poco tempo una moderna flotta davvero invidiabile.
Cosi il 17 dicembre la PB Tankers – compagnia che fa capo alla famiglia siculo-romana Barbaro – potra' fregiarsi del singolare primato, che ritocca quello stabilito meno di due anni fa con il trittico West Point, Ice Point, Baltic Point battezzate in un solo giorno al medesimo stabilimento coreano di STX Shipbuilding. In questa occasione verranno ufficialmente alla luce le navi Indian Point, Iron Point, Indigo Point ed Ice Point.
Sciolta nel 2001 l’alleanza con Finaval, Barbaro ha cominciato ad investire senza tregua in nuovo tonnellaggio fino a raggiungere l’attuale flotta di 10 product tanker (di cui 6 noleggiati a time charter), 5 rimorchiatori, 5 chiatte, 3 sea river tanker. Nel settore della petroliere Medium Range, oltre a quelle citate vi sono White Point, North Point, East Point, Ivory Point, Green Point, Arctic Point, Glacier Point, Taunus, Jutul, Ebony Point, mentre la South Point e' stata ceduta.
In meno di sei anni i fratelli Gianni e Alfredo Barbaro hanno ordinato ad STX di Pusan 20 nuove unita' da 51.000 dwt, per un investimento di circa 1 miliardo di dollari.
L’ultimo slot di 5 navi ice class 1A winterizzate ne ha visto una presa in consegna ad ottobre, con il restante quartetto in consegna tra dicembre e gennaio 2008.
Di recente UniCredit Banca d’Impresa ha perfezionato un’operazione di finanziamento da 40 milioni di dollari a supporto della societa' armatoriale per l’acquisto di una newbuilding, organizzata dal team shipping finance operante della Direzione Finanza d’Impresa in collaborazione con la filiale di Palermo. Il finanziamento, erogato a tranche in funzione dello stato di avanzamento dei lavori di costruzione della nave, ha una durata di 15 anni dalla consegna a gennaio 2008. Il gruppo armatoriale nel 2006 ha raggiunto un fatturato di 120 milioni di euro e da' lavoro a 250 dipendenti. Oltre che nel core business del trasporto marittimo, Barbaro e' attivo nei principali porti commerciali della Sicilia come agente marittimo e nel settore turistico come incoming operator.

Stampa