APRI
Già registrato? Download PDF ACCEDI o REGISTRATI
Direttore Responsabile: Angelo Scorza
Stampa
10/02/20 12:37

TUI vende Hapag-Lloyd Cruises alla joint venture paritetica con Royal Caribbean

Il valore dell’operazione, che sarà completata entro l’estate, è di 1,2 miliardi. L’espansione della flotta di TUI Cruises a rilento: le prossime navi nel 2023, 2024 e 2026

Il gruppo turistico, alberghiero e crocieristico TUI ha ceduto la proprietà della compagnia crocieristica Hapag-Lloyd Cruises alla joint venture paritetica TUI Cruises costituita nel 2008 fra lo stesso gruppo TUI e il gruppo crocieristico statunitense Royal Caribbean Cruises (RCL). Alla compagnia è stato assegnato un valore di 1,2 miliardi di euro che TUI userà per rafforzare il bilancio del gruppo e guidarne la trasformazione in un'organizzazione digitale. La transazione sarà portata a termine entro la prossima estate.

In una nota, il gruppo tedesco e quello americano hanno giustificato l’operazione con l’obiettivo di “espandere le loro attività crocieristiche nei segmenti luxury, expedition e premium”. Hapag-Lloyd Cruises era stata acquisita da TUI nel 1997, rappresentando l’ingresso del gruppo tedesco nel segmento crocieristico. La flotta è attualmente composta da due navi da crociera di lusso e da tre navi da crociera da spedizioni, ma entro il 2021 sarà arricchita da una quarta nave per spedizioni in costruzione presso il cantiere VARD, che fa parte del gruppo Fincantieri.

E a proposito di nuove costruzioni, l’espansione della flotta di TUI Cruises sta subendo una battuta di arresto – spiega il gruppo – “date le limitate capacità dei cantieri navali in tutto il mondo”. Così le prossime navi arriveranno nel 2023 (dal cantiere finlandese Meyer Turku) e nel 2024 e 2026 da parte di Fincantieri, che saranno le prime della compagnia a usare il gas naturale liquefatto (LNG).

Stampa