APRI
Già registrato? Download PDF ACCEDI o REGISTRATI
Direttore Responsabile: Angelo Scorza
Stampa
13/02/17 18:11

Scorpio Tankers chiude in perdita il 2016

Rosso da 25 milioni per la compagnia di Emanuele Lauro, che però rinnova le linee di credito in attesa di ricevere 9 newbuilding e 7 unità in charter

Il 2016 ha segnato un deterioramento del mercato delle rinfuse liquide, che fino allo scorso anno godevano di salute migliore rispetto a quelle solide, impattando negativamente sui conti degli armatori attivi nel comparto, tra cui Scorpio Tankers.

La shipping company quotata a Wall Street ha infatti chiuso il 2016 con una perdite natta di 24,9 milioni di dollari: rosso di entità complessivamente modesta su un fatturato totale di 522 milioni di dollari, anch’esso in calo rispetto ai 755 milioni di ricavi del 2015, ma comunque significativo se paragonato all’utile netto di 217,7 milioni ottenuto nell’esercizio precedente.

L’arretramento, come spiega in una nota la società guidata dall’armatore italiano, ma con base nel Principato di Monaco, Emanuele Lauro, è dovuto in larga misura al calo del valore medio dei noli marittimi, passato da 21.000 dollari al giorno nel quarto trimestre 2015 a 12.400 dollari al giorno negli ultimi tre mesi del 2016.

Scorpio Tankers fa quindi il punto sull’esposizione debitoria, che complessivamente ammonta a 1,95 miliardi di dollari, riferendo che a fine 2016 la compagnia ha incrementato di 27,6 milioni di dollari una linea di credito esistente con BNP Paribas, utilizzati per rifinanziare l’indebitamento relativo a due product tanker MR. Nel gennaio di quest’anno, invece, DVB Bank si è impegnata a rifinanziare per 81,4 milioni di dollari una linea di credito esistente, mentre un pool di banche guidate dal branch londinese di Macquarie Bank Limited si è impegnato a garantire un nuovo finanziamento di 172 milioni di dollari, destinati almeno parzialmente a sostenere l’acquisito di 8 navi tanker Medium Range attualmente in costruzione presso il cantiere sudcoreano Hyundai Mipo.

Si tratta dell’ultima tranche di newbuilding che Scorpio Tankers ancora attende di prendere in consegna, oltre ad una cisterna LR2 anch’essa in costruzione in Far East.

La flotta di Lauro, attualmente composta da 78 navi di proprietà e 12 noleggiate in time-charter da altri armatori, crescerà quindi grazie alle costruzioni coreane ma anche tramite altri innesti: è la stessa società ad annunciare che lo scorso dicembre è stato firmato un accordo (non viene specificata la controparte) per prendere in bareboat-charter 7 tanker Hanymax, con opzione di acquisto valida fino alla fine del 2018. Tre di queste unità erano giù impiegate da Scorpio in time-charter, ma i contratti esistenti verranno trasformati in noleggi a scafo nudo con una rata di 7.500 dollari al giorno, mentre le altre 4 navi entreranno nella flotta di Scorpio con la stessa formula per 6.000 dollari al giorno.

 

TAG : tanker
Stampa