APRI
Già registrato? Download PDF ACCEDI o REGISTRATI
Direttore Responsabile: Angelo Scorza
Stampa
20/12/19 16:36

Savona accoglie la nuova ammiraglia di Costa Crociere

Festeggiato nello scalo ligure (che sarà il suo home port), l’arrivo della Costa Smeralda, la prima nave della compagnia alimentata a GNL

L’allerta meteo rossa proclamata in tutta la Liguria nella giornata di venerdì 20 dicembre non ha impedito a Costa Crociere di celebrare a Savona l’attesissimo arrivo della Costa Smeralda, nuova ammiraglia della compagnia nonché prima nave della sua flotta alimentata a GNL.

Partita dai cantieri finlandesi di Meyer Turku, dove è stata realizzata, lo scorso 6 dicembre (con un  ritardo di circa tre settimane sui tempi previsti inizialmente per la consegna), Costa Smeralda nei giorni scorsi ha effettuato il suo primo rifornimento completo di gas a Barcellona, porto in cui continuerà ad approvvigionarsi regolarmente (ogni ‘pieno’ le garantisce un’autonomia di due settimane). Oggi, come detto, l’arrivo nello scalo ligure, che segna in via ufficiale la sua entrata in servizio, mentre già domani prenderà la nave partirà per la sua crociera inaugurale, un itinerario nel Mediterraneo che nel giro di una settimana toccherà Marsiglia, Barcellona, Palma di Maiorca, Civitavecchia e La Spezia. A Savona, scalo che sarà il suo home port, Costa Smeralda tornerà ogni sabato, portandovi nel 2020 un traffico previsto di 900.000 passeggeri nel 2020, un incremento del 30% circa rispetto a quello di quest’anno.

“Con l’entrata in servizio di Costa Smeralda l’utilizzo dell’LNG per le navi da crociera diventa sempre più una realtà concreta, in grado di portare da subito benefici tangibili in termini di riduzione dell’impatto ambientale” ha commentato il Direttore Generale di Costa Crociere Neil Palomba, ricordando poi che il gruppo Costa (che comprende anche Aida Cruises) “è stato il primo al mondo a credere in questa tecnologia, investendo nella costruzione di ben cinque nuove navi a LNG”. Oltre alla Costa Smeralda e alla sua gemella Costa Toscana, in consegna pure nel 2021, il quintetto comprende in primis la Aida Nova – che è stata la prima unità al mondo in grado di alimentarsi a gas naturale liquefatto sia in porto sia in fase di navigazione, e le sue gemelle (la prima si chiamerà AidaCosma) in arrivo nel 2021 e nel 2023.

Tornando alla Costa Smeralda, la compagnia ne ha sottolineato ancora il suo ruolo di portabandiera dell’impegno nei confronti dell’ambiente. Oltre a quello del GNL come combustibile, la nave fa uso infatti di una serie di tecnologie e ‘politiche’ per ridurre l’impatto ambientale. Tra queste l’impiego di dissalatori che permettono di soddisfare l’intero fabbisogno giornaliero d’acqua attingendola dal mare, l’introduzione della raccolta differenziata a bordo per il 100% dei materiali, la razionalizzazione dell’utilizzo della plastica monouso. Quanto alle caratteristiche più tecniche, la nuova ammiraglia di Costa Crociere – che come tutte le unità del gruppo batte bandiera italiana – ha una stazza lorda di 185mila tonnellate, è lunga 337 metri per 42 metri larghezza e 8,95 di pescaggio. Può accogliere 6.554 passeggeri in 2.612 cabine, è dotata di serbatoi in grado di stoccare 3.350 metri cubi di GNL e 2.100 metri cubi di MGO. Improntata a uno stile ‘italiano’, anche negli arredi, prevede 16 ristoranti, 19 bar e un’area SPA. Tra i suoi elementi distintivi ci sono il ‘Colosseo’, uno spazio a centro nave dislocato su tre ponti, dotato di schermi luminosi, la scalinata ‘Piazza di Spagna’ affacciata a poppa su tre ponti, un’area chiamata Piazza Trastevere dedicata allo shopping e alle degustazioni e la Passeggiata Volare, che raggiunge il punto più alto della nave a 65 metri d‘altezza.

F.M.

TAG : Crociere
Stampa