APRI
Già registrato? Download PDF ACCEDI o REGISTRATI
Direttore Responsabile: Angelo Scorza
Stampa
10/09/18 08:31

Salta l’affare Vitrociset

Leonardo si mette di traverso: Fincantieri e Mer Mec non perfezioneranno più l’acquisizione

Piccolo colpo di scena: con un laconico comunicato stampa, è stato annunciato che Fincantieri e Mer Mec, società facente parte del gruppo Angel di Vito Pertosa, specializzata nella progettazione e nello sviluppo di soluzioni per i settori aviation, spazio, trasporto e dell’internet delle cose, non perfezioneranno l’acquisizione di Vitrociset, azienda IT attiva nella difesa e anche nel settore portuale, perché l’azionista di minoranza Leonardo si è opposto alla cessione, volendo accaparrarsi la risorsa.

L’affare - i due partner avevano siglato l’accordo per l’acquisizione congiunta e paritaria del 98,54% della società romana, che faceva capo a Edoarda Crociani, vedova del fondatore Camillo Crociani - era stato anticipato da indiscrezioni a luglio e dato per definito ufficialmente in agosto, con dovizia di particolari e addentellati strategici.

“Con questa operazione – sottolineava un mese fa Fincantieri - il gruppo rafforzerà il proprio portafoglio prodotti e servizi nell’ambito della divisione Services, creando un centro di eccellenza ad altissimo contenuto tecnologico dedicato all’ingegneria dei sistemi di difesa”.

Ma invece nell’operazione si è messo di traverso Leonardo SpA, azionista di minoranza di Vitrociset, che ha voluto esercitare il diritto di prelazione per rilevare l’intero capitale della società, di cui attualmente detiene l’1,46%. L’esercizio di tale diritto determina l’inefficacia dell’accordo per l’acquisizione congiunta di Vitrociset da parte di Fincantieri e Mer Mec facendo venire meno i presupposti per il perfezionamento dell’acquisizione.

“La mancata acquisizione di Vitrociset non pregiudicherà in nessun modo il raggiungimento degli obiettivi economici e strategici del Gruppo Fincantieri – si affretta a precisare la società statale – che proseguirà con le iniziative, da tempo avviate, volte ad implementare le competenze nelle attività di supporto logistico richieste dai clienti, fattore questo che si rende sempre più indispensabile per concorrere con successo sui mercati internazionali”.

 

A.S.

Stampa