APRI
Già registrato? Download PDF ACCEDI o REGISTRATI
Direttore Responsabile: Angelo Scorza
Stampa
14/02/20 15:50

Primo trasporto fluvio-marittimo da Mantova a Ortona per Walter Tosto

Per le spedizioni di carichi eccezionali l’azienda abruzzese sperimenta l’utilizzo dell’idrovia combinata alla navigazione costiera come alternativa alla strada

Un “evento storico per Mantova e la navigazione fluvio-marittima”: così il Propeller Club Port of Mantua ha salutato il primo transito di un convoglio che dalla città lombarda ha raggiunto - via fiume prima, e via mare poi - lo scalo di Ortona, in provincia di Chieti, con un carico di maxi componenti per raffinerie.

Promotore del viaggio è stato il gruppo Walter Tosto: la spedizione (composta precisamente da dieci virole ognuna dal 80-100 tonnellate circa, per complessive 540 tonnellate) è infatti partita dalla banchina privata della controllata Belleli, nella città lombarda, a bordo della chiatta Flora di Caronte Shipping e – dopo una navigazione prima lungo il canale Mantova-Adriatico e poi lungo la fascia costiera dell’Adriatico – ha raggiunto lo scalo della stessa Walter Tosto in Abruzzo. Il tutto senza trasbordi, ma solo con un passaggio del testimone tra lo spintore Padua P, che l’ha condotta sino alla rada esterna di Porto Levante (Albarella), e il rimorchiatore marittimo che l’ha portata fino a destinazione. Ad aggiungere un ulteriore elemento di complessità, per la prima parte del tragitto al convoglio è stata aggiunta anche un’altra chiatta, che ha percorso la tratta fino al mare per poi essere sganciata e proseguire verso Venezia.

Il viaggio è stato organizzato e gestito dalla società Caronte Shipping srl di Marghera (parte del Gruppo Trasporti Pesanti della famiglia Storti, specialista del trasporto di prodotti siderurgici), proprietaria sia della barge Flora (sia dello spintore Padua P., con il supporto tecnico della Ship Service Management, pure veneziana. Per Walter Tosto una soluzione sperimentale che offre diversi vantaggi rispetto alla modalità tradizionale del trasporto tutto strada, non solo in termini economici e ambientali, ma soprattutto burocratici e autorizzativi. Il gruppo abruzzese peraltro si doterà a breve di un nuovo mezzo per supportare la navigazione fluviale: il 6 marzo la controllata Belleli Energy varerà infatti – all’evento è atteso il ministro Paola De Micheli - la maxichiatta Nuovali 1892, lunga 80 metri per 12 metri di larghezza e con portata lorda di 2mila tonnellate.

TAG : Heavy lift
Stampa