APRI
Già registrato? Download PDF ACCEDI o REGISTRATI
Direttore Responsabile: Angelo Scorza
Stampa
15/05/19 10:16

Passaggio generazionale per Mistral che testa lo smart working e apre a Malta

La società di rappresentanze dell’industria navale con sede in Svizzera passa di mano: Marco Zanelli cede la proprietà a Cinzia Borghi ma resta gerente

Lugano – Dopo tre anni di attività in Canton Ticino si rinnova la prospettiva di business di Mistral Suisse Sagl, la società ‘traslocata’ in Svizzera nel 2016 dal suo fondatore Marco Zanelli.

Il titolare della società, quale presidente ed azionista unico, da alcune settimane è Cinzia Borghi, entrata in azienda una decina di anni fa quando ancora la sede societaria era a Genova, quale Srl costituita nel 1999.

“È un passaggio generazionale, ma c’è assoluta continuità nella governance” commenta a Ship2Shore Marco Zanelli, da circa 30 anni attivo nel settore, che peraltro non esce di scena. “Ho stipulato con la nuova proprietà un contratto di consulenza, restando come ‘gerente’ almeno sino al settembre 2026 quale membro del Consiglio d’Amministrazione”.

Dal suo canto fa un deciso salto di qualità professionale, esplicitando le proprie ambizioni, Borghi, che per certi versi ripercorre la strada tracciata dal suo ormai ex datore di lavoro, messosi in proprio venti anni fa dopo un’esperienza da dipendente.

Ma non è questa l’unica novità afferente Mistral. Gli uffici nel centrale quartiere di Cassarate, inaugurati ufficialmente nel maggio 2017, sono stati lasciati, e il personale (attualmente 4 addetti) oggi opera in remoto, dal proprio domicilio, in regime di smart  working, moderna forma lavorativa sempre più in auge.

“Non aveva più molto senso avere una sede propria di una certa rilevanza, considerato che il nostro lavoro si svolge prevalentemente in esterno, andando a visitare i clienti” spiegano all’unisono vecchia e nuova proprietà.

Che il cambio di modus operandi non sia un sinonimo di disarmo lo testimonia peraltro un’altra cospicua novità.

A metà 2018 è stata costituita a Valletta il branch office Mistral Trading Ltd, controllato al 100% dalla Sagl elvetica, operativa da inizio 2019 con un addetto responsabile di nazionalità italo-svizzera.

Nelle aspirazioni societarie, un prologo a qualcosa di più consistente.

“La nostra filiale maltese effettua esclusivamente attività di trading, con la compravendita di parti di ricambio, senza avere attività di stoccaggio, almeno al momento. L’idea è quella di esplorare il promettente mercato dell’Asia. Inoltre avere una sede a Malta consente di evadere al meglio la pratica della fatturazione intra società parte dell’UE che invece, come società di diritto svizzero, creava qualche impedimento burocratico” spiega Borghi. “Dunque con l’ufficio di Valletta cerchiamo di ampliare i nostri confini di attività, mentre Mistral Suisse – sopra cui c’è Mistral Corporation Sagl - continua ad avere la titolarità delle nostre rappresentanze industriali”.

La società ha chiuso il bilancio 2018 in linea con gli esercizi precedenti.

“Fatturiamo circa 2,5 milioni CHF ed i nostri clienti sono perlopiù dislocati in Italia, Svizzera e Monaco. Il loro numero è certamente aumentato da quando siamo nella Confederazione Elvetica perché, soprattutto agli occhi del mercato del Nord Europa, essere una società di diritto svizzero fornisce maggiori garanzie ai nostri interlocutori” conclude la nuova proprietaria di Mistral Suisse.

 

Angelo Scorza

Stampa