APRI
Già registrato? Download PDF ACCEDI o REGISTRATI
Direttore Responsabile: Angelo Scorza
Stampa
14/06/18 16:26

Palumbo s’aggiudica i beni di Mondo Marine

Sottoscritto anche l’impegno al reimpiego delle maestranze, ma il pieno subentro è subordinato all’ottenimento della concessione dall’AdSP, Monaco Marine permettendo

Unico partecipante all’asta organizzata dai curatori fallimentari (Stefano Pasquali, Maurizio Ferro, Alberto Marchese) di Mondo Marine per la cessione dei beni del cantiere navale di Savona, il gruppo Palumbo di Napoli è risultato aggiudicatario con un’offerta pari a quella base.

“Dei 3 milioni di euro Palumbo ha per ora versato la caparra di 750mila, dato che l’aggiudicazione è provvisoria o, più correttamente, subordinata all’ottenimento da parte dell’Autorità di Sistema Portuale di Genova e Savona del titolo concessorio relativo alle aree demaniali su cui insiste il cantiere” ha spiegato Marchese.

Aree che sono oggetto di un’istanza da parte del gruppo monegasco Monaco Marine nonché, conseguentemente, di una procedura competitiva avviata dall’AdSP con data di scadenza 30 giugno, entro la quale, quindi, Palumbo dovrà a sua volta presentare domanda per completare, in caso di accoglimento, l’acquisizione della società di cui si è provvisoriamente aggiudicato attrezzature, marchi, arredi nonché i 55 contratti di lavoro dei dipendenti.

Oltre all’incertezza sul rilascio della concessione, però, sul futuro di cantieri e lavoratori pendono anche due ricorsi al Tar proposti dalla stessa Monaco Marine. Il primo avverso la licenza quadriennale rilasciata a fine dicembre a Mondo Marine Spa dall’Autorità di Sistema Portuale di Genova/Savona propedeutica all’affitto semestrale del ramo d’azienda alla stessa Palumbo (in scadenza il 30 giugno); il secondo contro la succitata procedura competitiva attivata dall’ente pubblico in seguito all’istanza della stessa Mondo Marine.

A.M.

Stampa