APRI
Già registrato? Download PDF ACCEDI o REGISTRATI
Direttore Responsabile: Angelo Scorza
Stampa
14/02/20 15:53

Ordinato il nuovo tug turco di Rimorchiatori Napoletani

La società guidata da de Domenico ha commissionato a Sanmar un mezzo con bollard pull di 80 tonnellate

È già stato ordinato, e verrà consegnato nella prima metà dell’anno, il Baia, nuovo mezzo della flotta di Rimorchiatori Napoletani.

La conferma che il contratto con il cantiere turco Sanmar - già messo in calendario dalla società partenopea nell’ambito del piano di espansione della flotta lanciato nel 2018 - è stato ora effettivamente siglato arriva a S2S dal numero uno del gruppo partenopeo, Gianni de Domenico.

Basato sul progetto Ral Rastar 2800, il nuovo tug sarà consegnato a Napoli (anche se secondo i progetti del gruppo potrebbe operare anche nell’altro scalo maggiore in cui RN è presente, e cioè Taranto), avrà una capacità di tiro a punto fisso di 80 tonnellate e sarà un mezzo azimutale, con motorizzazione tradizionale diesel, in grado di operare anche in altura.

Il suo arrivo segnerà un altro passo in avanti nel piano di espansione presentato da RN nel 2018 in occasione del battesimo del Vivara, e che prevedeva l’aggiunta in totale di cinque nuove unità entro il 2023. Il Galluzzo (già consegnato lo scorso ottobre) e il Baia saranno le prime due del ‘nuovo corso’, mentre per il terzetto successivo de Domenico aveva spiegato di voler puntare sempre su “rimorchiatori azimutali con potenza di 80 tonnellate o superiore”, ma anche che “almeno due” di questi saranno mezzi ibridi con potenza motrice fornita dai motori diesel e da batterie elettriche. Per ognuno di questi ‘due o più’ tug l’investimento previsto da Rimorchiatori Napoletani è di 9 milioni di euro.
 

F.M.

TAG : Rimorchio
Stampa