APRI
Già registrato? Download PDF ACCEDI o REGISTRATI
Direttore Responsabile: Angelo Scorza
Stampa
31/05/19 09:44

Oltre mezzo secolo di buoni affari per la più grande ‘casa dello shipping’ in Italia

banchero costa celebra 50+1 anni di attività con un grande evento a Genova, mentre il cofondatore Lorenzo Banchero ha dato alle stampe un libro che ricorda i suoi 69 anni di carriera nel business marittimo

Il gruppo genovese banchero costa – le iniziali in minuscolo sono un vezzo che caratterizza da sempre la ragione sociale - di sicuro la più famosa e grande ‘casa dello shipping’ in Italia, impegnata in attività di brokeraggio marittimo, agenzia marittima, brokeraggio assicurativo, finanza navale, gestione commerciale, gestione tecnica, ricerche di mercato, rappresentanza di cantieri di riparazione, mediazione di rimorchio e salvataggio, trading - ha deciso di celebrare il mezzo secolo ‘abbondante’ di attività (la società è stata fondata nel 1968) con un doppio evento a Genova alla fine del mese prossimo.

Il 25 giugno un certo numero di ospiti selezionati avranno l'opportunità di partecipare a una conferenza molto speciale a Genova; quel martedì mattina, due paesi che sono emersi in maniera inarrestabile negli ultimi decenni come protagonisti del mondo da un punto di vista economico ma anche sociale, per non dire politico, mostreranno le loro credenziali al vasto pubblico riunito a Palazzo Ducale.

Il titolo del dibattito anticipa quel che ci si può aspettare partecipando all'evento: "Cina e India si raccontano: e l’Italia s’è desta? I modelli del socialismo capitalista e della democrazia liberale hi-tech: una nuova sfida globale per il vecchio continente".

Per tale circostanza, davvero unica, l'organizzatore della conferenza ha scelto alcuni relatori di spicco: uno per ciascun paese ospite, a rappresentare la rapida evoluzione sperimentata - sebbene partendo da diverse basi sociali, ma puntando allo stesso obiettivo di raggiungere la leadership economica mondiale – provenienti dalla Cina e dall’India; ed un terzo relatore, con una vasta esperienza sia dal lato economico che da quello politico, del paese ospitante chiamato a parlare come testimone dei tempi che stanno cambiando e per considerare quali opportunità possano ancora afferrare sia l'Italia che l'Europa, in uno scenario in così tumultuosa evoluzione.

Alla sera, banchero costa inviterà i suoi ospiti al Palazzo del Principe per una grande festa di gala.

Più di cinquant'anni come azienda dominante in un settore di nicchia del business internazionale da parte di una società privata e sempre indipendente è qualcosa certamente di non scontato.

Oltre 50 anni fa, quando Lorenzo Banchero e Umberto Costa iniziarono la loro avventura nel 1968, i due partner sapevano già quali sarebbero stati i capisaldi della loro attività: discrezione, professionalità e spirito imprenditoriale.

Questi tre valori sono diventati fattori distintivi della tradizione e dello stile banchero costa, e rimangono fortemente caratterizzanti ancora oggi che l'iniziativa di allora si è evoluta nella più grande organizzazione italiana nel settore dell'intermediazione marittima e una delle principali organizzazioni di questo tipo a livello internazionale.

Negli ultimi 20 anni i suoi 191 professionisti qualificati che parlano 12 lingue diverse hanno effettuato qualcosa come 1.511 operazioni di vendita e acquisto, circa 35.000 operazioni di noleggio, oltre 10.000 navi assistite, ben 145.000 polizze assicurative stipulate, più di 150 finanziamenti per le navi, solo per fornire alcune cifre auto esplicative.

Per riassumere una tale straordinaria massa di attività realizzata conseguendo determinati risultati, all'ingresso della sede centrale della società, nel cuore del centro città, in Via Pammatone 2, si profila vistoso un grafico dall’emblematico slogan "banchero costa: we were there".

Ciò che i due partner iniziali non avrebbero probabilmente potuto immaginare in quei tempi (certamente più promettenti di quelli attuali) alla fine degli anni Sessanta in così giovane età e senza esperienza come imprenditori, fu la grandezza della piccola impresa che avevano messo in campo, mettendo in gioco le loro grandi ambizioni e speranze, fino a diventare ciò che è oggi la società, anche in un periodo in cui l'industria globale dello shipping non sta vivendo affatto la sua età dell'oro.

Vi sono alcune pietre miliari da ricordare in oltre mezzo secolo di crescita continua.

Nel 1968 Lorenzo Banchero e Umberto Costa fondano banchero costa & c. s.p.a., partendo dal noleggio nel dry cargo, principalmente con clienti italiani; un anno dopo entra in funzione il reparto compravendita, fino a insediare nel 1972 il desk del wet cargo e un nuovo team di ricerca e studi.

Nel 1973 banchero costa & c. agenzia marittima s.p.a. inizia l'attività di rappresentanza nei cantieri navali e di rimorchio e salvataggio di navi e nel 1975 il broker assicurativo banchero costa insurance s.p.a. inizia a operare in tutte le principali attività di copertura dei rischi.

Sono passati esattamente 40 anni da quando la bancosta s.a. è stata fondata a Ginevra, in Svizzera, principalmente per il noleggio di carichi secchi.

L'anno 1991 vede la costituzione di Januamar, Genova, specializzata nella mediazione e nella gestione di piccole navi cargo a secco.

Per supportare i clienti da un punto di vista finanziario, nel 1995 si inizia a operare come ship finance, fornendo alle società e alle istituzioni finanziarie un insieme globale e completo di servizi finanziari, tra cui consulenze sulla ristrutturazione del debito, finanza di progetto, sottoscrizione di titoli azionari oltre a servizi di consulenza.

All'estero il Giappone è stato un ulteriore paese di penetrazione: nel 1997 l'ufficio di banchero costa di Tokyo comincia a seguire la crescente attività instaurata con clienti nipponici.

La svolta avviene venti anni fa; si verifica un grande cambiamento quando Lorenzo Banchero acquista tutte le azioni di Umberto Costa.

Il secolo attuale è stato aperto con la costituzione di bancosta (uk) ltd. a Londra come filiale che opera nel noleggio di merci secche, nella compravendita e nuove costruzioni.

Nel corso del millennio l'espansione nei paesi esteri è proseguita a ritmi sostenuti: nel 2002 bancosta (oriente) ltd., Hong Kong inizia l'attività di sale&purchase e costruzione di nuove navi; nel 2004 viene inaugurato l'ufficio di bancosta pte ltd (oriente) a Pechino per occuparsi del noleggio del carico secco; nel 2007 bancosta (oriente) pte ltd., apre a Singapore nel settore compravendita e delle nuove costruzioni; nel 2012 bancosta medioriental services jl a Dubai inizia a operare nel noleggio dry cargo e nel sale&purchase; infine - anche se gli sviluppi di uffici esteri sono ancora in cima all'agenda di Banchero - lo scorso anno bancosta (oriente) ltd., in Corea inizia a dedicarsi all'acquisto e alla vendita di navi e di nuove costruzioni.

La rete del gruppo è completata da partecipazioni e controllo in altre società: Bay Crest Management Pte Ltd. Singapore, che opera nella gestione commerciale di unità chimiche; Cauvin Metals, che opera nel commercio di metalli ferrosi e non ferrosi; SAIF Genova, che opera nel settore del commercio di petrolio, combustibili alternativi e commercio di biomassa; SeaQuest Shipmanagement, con filiali a Genova, Rijeka, Singapore, Ginevra, Pechino e Tokyo, fornendo gestione navale, equipaggio, operazioni navali e consulenza marittima; SeaQuest Project Management Ltd., con sede a Hong Kong, Ginevra e Pechino, che fornisce servizi di consulenza

Ma la grande festa per il mezzo secolo non è tutto.

Essere così fortemente impegnato nel settore marittimo da quasi 7 decenni e ‘padrone di se stesso’ a partire dal 1968 - quando fondò con il suo partner (leggermente meno giovane) Umberto Costa la fortunata casa di brokeraggio, oggi ancora con sede principale a Genova e con uffici stranieri in 10 sedi all'estero e altri 9 paesi (la Svizzera ha due filiali) - è qualcosa non tanto comune, che vale la pena sia riportato in una memoria stampata.

Date queste premesse, Lorenzo Banchero ha deciso di incaricare il giornalista marittimo inglese Andrew Lansdale di scrivere un libro per tracciare l'enorme e drastica evoluzione e i diversi sviluppi che si sono verificati nell'affascinante industria marittima durante gli ultimi 69 anni (ovvero lo stesso periodo di tempo della sua carriera ad oggi).

Il libro è infatti intitolato in maniera intrigante "Una rivoluzione industriale: uno sguardo alla navigazione dopo 69 anni" e lungo le sue 130 pagine compie un viaggio attraverso numerosi eventi di primaria importanza che hanno caratterizzato e influenzato il mondo marittimo; un lungo periodo che, a detta dell’autore, ha visto la più grande evoluzione e sviluppo nella storia del settore.

Angelo Scorza

 

TAG : Broker
Stampa