APRI
Già registrato? Download PDF ACCEDI o REGISTRATI
Direttore Responsabile: Angelo Scorza
Stampa
23/03/20 15:57

Nave di MSC attaccata dai pirati nel Golfo di Guinea

Secondo i report gli assalitori avrebbero sequestrato 7 dei 17 marittimi ucraini che si trovano a bordo della portacontainer

Nonostante la principale preoccupazione, per il gruppo MSC come per tutte le altre aziende del mondo, in questo momento, sia la gestione dell'emergenza coronavirus, i vertici della shipping company ginevrina si stanno trovando a dover fare i conti con un altro problema: secondo la stampa internazionale, infatti, una delle portacontainer della flotta è stata assaltata dai pirati.

Si tratta della MSC Falia F, unità di piccolo size (957 TEUs) battente bandiera portoghese e di proprietà di Greek Technomar Shipping ma gestita dal colosso italo-svizzero, che secondo Dryad Global Maritime Security la mattina del 22 marzo sarebbe stata attaccata nel Golfo di Guinea, circa 60 miglia al largo di Libertville, in Gabon, mentre viaggiava da Lome, in Togo, diretta proprio nello scalo gabonese.

Sempre in base alle informazioni circolate, i pirati avrebbero anche preso in ostaggio 7 dei 17 marittimi che si trovano a bordo della MSC Talia F, tutti di nazionalità ucraina.

Quello alla piccola portacontainer del gruppo fondato da Gianluigi Aponte sarebbe – ha specificato Dryad – il primo incidente di questo tipo avvenuto nell'area nel corso del 2020, mentre lo scorso anno sarebbero stati 4 gli attacchi di pirati registrati al largo delle coste di Libertville, in Gabon, con il sequestro di 4 pescatori di nazionalità cinese e dell'equipaggio di una nave che arrivava da Douala.

 

 

 

TAG : safety
Stampa