APRI
Già registrato? Download PDF ACCEDI o REGISTRATI
Direttore Responsabile: Angelo Scorza
Stampa
03/08/18 12:06

Nave da crociera di Louis passa di Mano

L’armatore israeliano acquista dal gruppo turistico di Cipro la Louis Majesty che sarà rinominata Princess Iris e forse data in charter

È di Mano Maritime, gruppo israeliano, la società acquirente della Majesty, nave da crociera che Louis Group di Cipro - impegnato nel settore turistico, con focus nel business alberghiero a Cipro e in Grecia, ma anche attivo nel settore delle crociere attraverso la controllata Celestyal Cruises – ha appena annunciato di avere venduto ad una società estera, senza rivelarne apertamente il nome.

La nave (40.876 GT, con una capacità di 1.460 passeggeri) era stata ordinata originariamente da Birka Line, per diventare Birka Queen, al cantiere navale Wärtsilä Marine di Turku in Finlandia, ma era stata poi completata da Kvaerner Masa-Yards (nuovo nome del cantiere navale finnico) come Royal Majesty per conto Majesty Cruise Line nel 1992. Nel 1997 la nave era stata venduta alla Norwegian Cruise Line come Norwegian Majesty e allungata di 33.76 m al cantiere Lloyd Werft di Bremerhaven, prima di essere ceduta a Louis Cruises come Louis Majesty nel 2008. Fino al 2012 è stata noleggiata a Thomson Cruises come Thomson Majesty prima di tornare a Louis Cruises.

Concludendo lo scorso anno un contratto di noleggio con Marella Cruises (ex Thomson Cruises), la nave è attualmente in disarmo ad Atene e dovrebbe entrare in servizio sotto la nuova proprietà israeliana dopo il necessario lavoro di integrale rinnovo, ancora da assegnare a un cantiere navale.

La nave è tristemente nota alla pubblica opinione perché nel marzo 2010 un'onda anomala l’aveva colpita violentemente mentre navigava al largo delle coste del nord-est della Spagna causando due vittime; un passeggero tedesco e uno italiano.

Mano Cruises – che ha preferito non rivelare il prezzo di vendita – ha confermato a Ship2Shore di essere l'acquirente di Majesty, aggiungendo che sarà ribattezzata Princess Iris; tuttavia il suo impiego futuro non è ancora stato finalizzato.

“Attualmente stiamo esaminando diverse possibilità di noleggio principalmente in Estremo Oriente e Giappone, poiché abbiamo attività commerciali forti in altri settori in Giappone e quindi conosciamo bene questa regione. Se la Princess Iris sarà data in charter altrove, la nostra altra nave Golden Iris continuerà a operare regolarmente per nostro conto durante la stagione 2019”, ha dichiarato Gil Hashmonay, General Marketing Manager, Mano Maritime Ltd.

Mano Cruise ha forte esperienza nel mercato israeliano, piccolo mercato di nicchia che richiede specializzazione in crociere speciali per il mercato nazionale, con strutture sotto regolamentazione Kosher e attività in ebraico. “Il nostro mercato include una piccola percentuale di turisti che visitano Israele e vorrebbero combinare la loro visita con una crociera in Cipro e in Grecia. La sicurezza delle crociere e il rischio di guerre è una delle nostre principali sfide in Israele, una tematica su cui siamo molto attenti che può causare rapidi cambiamenti negli itinerari, switch improvvisi dei porti domestici, cancellazioni di crociere, azioni militari inaspettate”.

La compagnia di crociere fa parte del gruppo creato dal fondatore Moshe Mano (63 anni), potente uomo d'affari attivo nei settori marittimo, dell'ospitalità e immobiliare: Mano Holdings Group comprende Mano Maritime Ltd., Mano Holidays Ltd. e Bambook Properties Ltd ed è considerato tra le 100 più grandi aziende in Israele. La compagnia di crociere ha attualmente solo una nave nella flotta, dopo che la Royal Iris è stata venduta alla Rosmorport, società russa, nel 2017.

La Golden Iris da 959 passeggeri è stata costruita nel 1975 e originariamente lanciata come Cunard Conquest, trascorrendo alcuni anni sotto bandiera MSC Crociere, prima di unirsi a Mano nel 2009.

La nave è attualmente in servizio nel tradizionale traffico crocieristico Israele-Grecia-Cipro ma solo durante l'estate; tuttavia Hashmonay ha aggiunto che "i proprietari hanno deciso di mettere in vendita questa bellissima nave e cercano potenziali acquirenti. Solo se Princess Iris sarà data in charter altrove, Golden Iris continuerà a operare regolarmente durante la stagione 2019”.

Oltre alla sua attività marginale di crociera, Mano Maritime è impegnata in attività marittime sia come armatore che come shipmanager di navi mercantili e agisce anche come agente marittimo per varie compagnie di navigazione con sede in Spagna, Ucraina, Grecia, Germania e Russia.

Moshe Mano è console onorario della Federazione Russa dal 1995. Suo padre, Mordechai, era emigrato da Salonicco, in Grecia insieme ad altri lavoratori greci che hanno contribuito alla costruzione del porto di Haifa, formando una famiglia in Israele; è considerato un pioniere nel settore dei trasporti marittimi, avendo fondato Mano Enterprises nel 1945. Quando morì nel 1969, Moshe promise di portare avanti la visione di suo padre e fondò a Mano Maritime a 30 anni.

Moshe Mano è sposato con Iris, responsabile della divisione Turismo di Mano Group; il figlio maggiore Moran lavora nel settore marittimo del gruppo di famiglia, il figlio più giovane Liran è invece impegnato nel settore immobiliare e nelle divisioni di ospitalità del gruppo.

Angelo Scorza

Stampa