APRI
Già registrato? Download PDF ACCEDI o REGISTRATI
Direttore Responsabile: Angelo Scorza
Stampa
18/09/19 17:50

MSC restituisce a Messina la Jolly Titanio

La con-ro è in bacino e presto tornerà in linea per conto della compagnia genovese, mentre la gemella Cobalto resta ancora in charter al gruppo di Aponte

Proprio in queste ore gli addetti delle riparazioni navali genovesi stanno cancellando dal fumaiolo il logo di MSC per riportare alla luce il brand della ‘casa madre’ Ignazio Messina: la Titanio, una delle 8 con-ro di costruzione sud-coreana che costituiscono la flotta della compagnia genovese, tornerà infatti in linea con la shipping company della famiglia Messina.

MSC aveva noleggiato Jolly Cobalto e Jolly Titanio nella primavera del 2018, rinominandole MSC Cobalto ed MSC Titanio e schierandole le due navi (lunghe 240 metri e in grado di trasportare 3.900 TEUs e 6.350 metri lineari di carico rotabile) sulla nuova linea dedicata a container e rotabili tra Trieste e la Turchia. Esperimento che però ha avuto vita breve: con la cancellazione del servizio, la due ex Jolly vennero spostate sull’unica altra linea ro-ro operata da MSC, quella tra Nord Europa ed West Africa (anch’essa avviata ad inizio 2018), al posto delle car carrier di proprietà MSC Cristiana e MSC Immacolata, a loro volta cedute temporaneamente in charter al Gruppo Grimaldi (che le impiega tra USA e Mediterraneo).

Ora però, mentre MSC Cobalto ancora naviga tra i porti del Northern Range e l’Africa Occidentale, la Titanio è rientrata in Mediterraneo: secondo quanto ricostruito da Ship2Shore, dopo una tappa in cantieri a Palermo per alcuni interventi programmati, la nave si trova attualmente nei bacini di carenaggio di Genova per ripristinare la tradizionale livrea della Linea Messina.

Una volta terminati i lavori, la compagnia dovrebbe infatti impiegarla su uno dei suoi storici collegamenti tra i Mediterraneo e il Golfo Arabo.

Se quindi, a livello operativo, la Titanio è tornata da MSC ai Messina, per quanto riguarda la sua proprietà questa con-ro, insieme ad altre 3 gemelle (compresa la Cobalto), dovrebbe presto compiere il percorso inverso. Secondo quanto previsto nell’accordo recentemente firmato tra MSC e Messina, che delinea le modalità di ingresso del gruppo ginevrino nel capitale di quello genovese, la proprietà delle 4 navi Jolly Diamante, Jolly Perla, Jolly Titanio e Jolly Cobalto passerà infatti ad una società veicolo, di cui MSC controllerà il 52%.

Le altre quattro unità della flotta, Jolly Cristallo, Jolly Quarzo, Jolly Vanadio e Jolly Palladio, resteranno (insieme al terminal genovese e ad altri asset) invece di proprietà del Gruppo Messina, in cui MSC entrerà direttamente con il 49% tramite un aumento di capitale riservato.

 

Francesco Bottino

TAG : ro-ro
Stampa