APRI
Già registrato? Download PDF ACCEDI o REGISTRATI
Direttore Responsabile: Angelo Scorza
Stampa
20/11/19 13:37

La Commissione Europea vuole il rinnovo senza modifiche della Block Exemption Regulation

Pubblicata la bozza di revisione del regolamento in vigore, che prevede la sua estensione al 2024

Il processo di valutazione che la Commissione Europea ha condotto a cavallo tra 2018 e 2019 sul tema del Consortia Block Exemption Regulation (l'esenzione alla normativa UE antitrust standard per i liner), con la raccolta di pareri da vari stakeholder, l'ha portata a concludere che le motivazioni alla base dell'esistenza della BER “restano valide”, e pertanto a proporre “di prolungare la validità della Regulation (206/2009, ndr) per quattro anni”.

Le due righe, che mettono nero su bianco l'orientamento della Commissione Europea su uno dei temi più caldi del settore del trasporto marittimo, si possono leggere all'interno di un documento che lancia l'avvio di una nuova consultazione pubblica tra gli stakeholders.

Consultazione che questa volta però avrà una portata decisamente più limitata rispetto alla precedente: autorità pubbliche, imprese e privati cittadini sono infatti chiamati a esprimere eventuali pareri (da oggi fino al 3 gennaio) su una bozza di revisione del regolamento (qui la versione in italiano) che, coerentemente con le conclusioni sopra esposte, prevede di apportare al regolamento CE n.906/2009 una sola modifica, ovvero di variarne che la data di scadenza da “25 aprile 2020” a “25 aprile 2024”.

Con la pubblicazione del documento, sembrano dunque essere sfumate le speranze di quel 'fronte riformista' che si era radunato nei mesi scorsi e che chiedeva appunto, se non una revoca dell'esenzione, almeno una sua profonda revisione. Tra i suoi esponenti di punta Feport, ETA, EBA, UIRR, e per quel che riguarda le sigle italiane Fedespedi e Confetra. Proprio dal palco della assemblea annuale della Confederazione generale italiana dei trasporti e della logistica l'economista dell'ITF-OCSE Olaf Merk, autore di numerosi report sul tema e forse più di altri il porta-bandiera di questo 'movimento', pochi giorni fa aveva auspicato l'introduzione nella Regulation di “quattro regole” per limitare l'impatto della Block Exemption Regulation e “lo strapotere dei gloabl carrier”.

Francesca Marchesi

TAG : Container
Stampa