APRI
Già registrato? Download PDF ACCEDI o REGISTRATI
Direttore Responsabile: Angelo Scorza
Stampa
14/09/18 16:10

Jeff Bezos si compra la nave di Grendi per la sua missione spaziale

Intanto Corsica Ferries ha affidato alla triestina Naos la progettazione dei suoi nuovi traghetti

La nave Stena Freighter

La nave ro-ro Stena Freighter che per lungo tempo ha operato a noleggio per il Gruppo Grendi fra i porti di Carrara e Cagliari è stata acquistata dal magnate Jeff Bezos tramite la società Blue Origin. Quest’ultima è una compagnia aerospaziale fondata dal proprietario di Amazon e attualmente impegnata nella sperimentazione di capsule riutilizzabili per il volo turistico sub-orbitale. Le ambizioni di Bezos sono però molto maggiori perché il magnate americano ha in cantiere un lanciatore, il New Glenn, che dal 2020 si offrirà come vettore spaziale dai costi 'accessibili' per escursioni sulla luna.

La notizia che riguarda la nave è stata riportata dalla testata specializzata Shippax che specifica come la consegna sia fissata per l’ultimo trimestre dell’anno in un porto del Texas ma nel frattempo sarà impegnata sulle rotte fra Sud Europa e Tunisia per la compagnia di navigazione Cotunav. La Stena Freighter, oggi ancora di proprietà della svedese Stena Ro-Ro, ha una capacità di trasporto in garage pari a 2.715 metri lineari e, secondo le prime informazioni disponibili, verrà impiegata dalla Blue Origin per trasportare  componenti per la costruzione del lanciatore.

Sempre in tema di traghetti italiani, lo studio triestino Neos ha ricevuto da Corsica Ferries l’incarico per la progettazione delle nuove navi che la compagnia di navigazione corsa ha preannunciato di voler fare costruire nei prossimi anni. La stessa Naos in una propria comunicazione spiega di aver ricevuto dai tecnici della compagnia un disegno preliminare che dovrà concretizzarsi in un vero e proprio progetto definitivo nel quale particolare attenzione sarà riservata ai consumi e alle performance durante la navigazione. Una prima fase di progettazione dovrebbe essere conclusa entro l’anno e quindi le prime negoziazioni con i cantieri è previsto verranno avviate a inizio 2019.

Nicola Capuzzo

Stampa