APRI
Già registrato? Download PDF ACCEDI o REGISTRATI
Direttore Responsabile: Angelo Scorza
Stampa
28/11/19 10:40

Grimaldi rinnova per il 15 anni il suo accordo col porto di Liverpool

Tramite ACL il gruppo è il primo operatore container dello scalo

Proseguirà per altri 15 anni il sodalizio tra ACL, attiva nei collegamenti tra Nord America ed Europa parte del gruppo Grimaldi (che dal 2007 la controlla interamente), e il porto di Liverpool.

Peel Ports, la società che gestisce lo scalo, ha infatti annunciato il rinnovo fino al 2025 del contratto che lega alle sue banchine la compagnia, relativamente alle operazioni che riguardano container e ro-ro. Ad oggi Atlantic Container Line è già il primo cliente del Liverpool’s Royal Seaforth Container Terminal (RSCT), scalo che raggiunge due volte a settimana, nonché quello più di vecchia data, considerato che la sua prima toccata a Liverpool risale al 1967.

Peel Ports in una nota ricorda di avere compiuto già “investimenti significativi” per poter accogliere le nuove navi di classe G4 di ACL (le con-ro Atlantic Star, Atlantic Sail, Atlantic Sea, Atlantic Sky, e Atlantic Sun, quest'ultima entrata in servizio a fine 2018 e tutte registrate peraltro nel Regno Unito), in particolare allargando (di circa 28 metri) il passaggio che permette l'accesso al Seaforth Basin. In aggiunta ha acquistato due gru ship-to-shore di “maggior altezza e portata”, e incrementerà anche capacità all'area di stoccaggio veicoli. Il progetto sarà completato interamente entro il 2021. Gianluca Grimaldi, presidente del gruppo partenopeo, ha salutato con soddisfazione la firma dell'accordo riconoscendo il “rinnovato impegno” dei due partner in questo rapporto commerciale.

Stampa