APRI
Già registrato? Download PDF ACCEDI o REGISTRATI
Direttore Responsabile: Angelo Scorza
Stampa
18/07/17 08:51

Gozzi & C. navigano sempre controcorrente, e ora anche sul lago

La broker house genovese HB Shipping, nata agli albori della crisi del settore marittimo, apre uno ‘sportello’ a Ginevra per seguire il mercato ‘superstite’ delle commodities secche

Continua la ‘sfida’ professionale portata da Maurizio Gozzi & C. ai mercati dello shipping.

L’ex direttore di Ferrobulk – azienda controllata dall’allora socio di maggioranza Massimo Dentice e poi acquisita dal gruppo di brokeraggio britannico Clarkson nel 2005 – dopo avere già affrontato, con successo, l’esordio da imprenditore indipendente ad inizio 2009, fondando la nuova società HB Shipping (le cui iniziali stanno per Heavy and Bulk, con focus sulle navi handysize, panamax, heavylift), in cui confluirono altri membri del vecchio staff Ferrobulk-Clarkson – gli altri soci di HB sono Stefano Atzeni, Giacomo Gozzi , Eugenio Torelli e Corrado Patilli - prova ora una nuova audace iniziativa.

Metabolizzata la crisi pesante dell’armamento italiano, specie nel comparto delle dry bulk e delle heavy commodities, che ha sottratto business rispetto ai momenti migliori, il broker genovese ha deciso di allargare l’orizzonte geografico della società,  aprendo uno sportello all’estero.

Il nuovo ufficio di Ginevra della HB Shipping sarà affidato alle esperte mani di Edoardo Olivari, broker a suo tempo con Ifchor a Losanna, sempre sul Lago Lemano, e dunque conoscitore della realtà internazionale sita presso la comunità di shipping elvetica; come dire from Genova to Geneva.

“La nostra società, nata sicuramente nel peggior momento storico dello shipping, proprio  iniziato nel 2009, adesso amplia i propri orizzonti, nonostante il trend del mercato non sia certamente improntato all’ottimismo” conferma Gozzi. “Abbiamo deciso di aprire l’ufficio di Ginevra in considerazione dell'ormai cronico ridimensionamento  del mercato  dry in Italia,  che vede un grosso riflusso  di armatori e di utilizzatori  finali dei carichi secchi, specie nel versante delle acciaierie. La mossa svizzera si spiega con la volontà di  seguire sempre  più da  vicino quei clienti, che appartengono alla schiera dei  grandi colossi del  trading  mondiale, soprattutto nel filone delle granaglie, che hanno le loro sedi principali a Ginevra. Il nostro obiettivo è quello di formare  un ufficio composto da 3-4 persone specializzate nel settore bulk, inerente a tonnellaggio di size che va dalle 30.000 alle 90.000 dwt”.

Il titolare di HB Shipping ripone molta fiducia nel ‘primo acquisto’ della filiale ginevrina.

“Edo Olivari è un noto professionista del settore bulk con 28 anni di esperienza, che ha trascorso gli ultimi 18 anni nella Ifchor di Losanna e precedentemente lavorava con noi in Ferrobulk a Genova. Il suo compito sarà quello di costruire, insieme ai soci di HB Shipping, un ufficio  snello ed efficiente in grado di muoversi con disinvoltura in questa sempre più tormentata fase storica dello shipping. Ma oltre alla piena fiducia nelle nostre forze, una nota positiva ci è data dal fatto che il nostro gruppo di lavoro dimostra di volere credere ancora in questo mercato, e dunque stia allargando nuovi orizzonti, investendo ancora in risorse umane, dunque andando controcorrente rispetto ad un settore e ad un mestiere che mostra invece ristagno”.

Angelo Scorza

Stampa