APRI
Già registrato? Download PDF ACCEDI o REGISTRATI
Direttore Responsabile: Angelo Scorza
Stampa
19/03/20 18:19

GNV chiede l’attivazione del fondo Solimare per 406 marittimi

Aperta la procedura di consultazione sindacale. La causa è il “contenimento e la gestione dell’emergenza epidemiologica”

Attivazione del fondo Solimare, il Fondo di solidarietà dei lavoratori marittimi, per 406 dipendenti a causa delle restrizioni alla navigazione imposte dai vari Decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri (DPCM) come misura per contenere l’epidemia di Coronavirus. A chiederla è Grandi Navi Veloci (GNV, gruppo MSC), che ha avviato la procedura di consultazione sindacale in tal senso, scrivendo ad Assarmatori, associazione armatoriale di cui fa parte il gruppo MSC, e alle segreterie nazionali e regionali per Liguria, Campania e Sicilia di Filt-Cgil, Fit-Cisl e Uiltrasporti.

La compagnia di navigazione, nella sua missiva, spiega appunto che la misura riguarderebbe 406 marittimi sui 1092 abitualmente dislocati sulle proprie navi, ed è dovuta “a eventi transitori e non imputabili alla Società o ai suoi dipendenti, quali quelli relativi alle misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 che coinvolgono l’intero sistema imprenditoriale nazionale e, in particolare, il settore dell’armamento”.

La misura coinvolgerebbe 53 persone nel personale di coperta, 45 nel personale di macchina, 46 fra i Commissari, 200 per il personale di camera e 62 per quello impiegato nelle cucine; durerebbe sino al 17 giugno, quindi per 13 settimane continuative, salvo proroghe.

A chiedere risorse aggiuntive per questo fondo, visto il momento straordinario che tutto l’armamento sta affrontando, era stata Confitarma, nella lettera del Presidente Mario Mattioli al Ministro dei Trasporti Paola De Micheli, in cui sottolineava la necessità di “un intervento eccezionale di sostegno al reddito per i marittimi italiani e comunitari coinvolti dal calo delle attività della flotta nazionale”.

Stampa