APRI
Già registrato? Download PDF ACCEDI o REGISTRATI
Direttore Responsabile: Angelo Scorza
Stampa
08/06/18 15:55

Gas and Heat testa il serbatoio delle navi per Stolt-Nielsen Gas

Prova pressione superata per una cisterna che sarà installata sul primo dei due mezzi in costruzione da Keppel, uno dei quali destinato a operare al servizio del deposito GNL di Oristano

Si è conclusa positivamente la prova pressione che Gas and Heat ha condotto, nel suo stabilimento in provincia di Pisa, su un serbatoio IMO di tipo C, il più grande di questo tipo mai costruito in Europa per una nave da bunkeraggio GNL.

La cisterna, insieme a un'altra ancora da collaudare, costituisce il sistema di contenimento della prima delle due navi che Stolt-Nielsen Gas ha ordinato nel giugno dello scorso anno al cantiere Keppel Singapore, su progetto dell’italiana MES. Secondo quanto emerso al momento dell’annuncio dell’ordine, almeno una delle due unità verrà impiegata al servizio del deposito GNL Higas di Oristano, di cui Gas and Heat è peraltro tra gli azionisti insieme a CPL Concordia e alla stessa Stolt-Nielsen Gas, quest’ultima con la quota di controllo del 66,25%.

Gas and Heat si è occupata non solo della realizzazione dei serbatoi (da 7.500 mc di capacità), ma anche – spiega in una nota – “della progettazione e realizzazione del sistema di gestione del GNL, incluso l’alimentazione della fase vapore al motore principale e agli altri utilizzatori”.

Insieme alle due navi, che saranno consegnate nel 2019, il progetto comprende appunto la realizzazione del deposito di stoccaggio, della capacità di 9.000 mc, che si occuperà dall'approvvigionamento della materia prima, al trasporto in Sardegna fino alla distribuzione sia civile che industriale nell’isola.

Gas e Heat spa è stata anche designata dalla società Stolt-Nielsen Gas come azienda appaltatrice per l’esecuzione di tutto il terminale, già in costruzione e che pure sarà operativo per fine dicembre 2019.

 

             

TAG : GAS
Stampa