APRI
Già registrato? Download PDF ACCEDI o REGISTRATI
Direttore Responsabile: Angelo Scorza
Stampa
03/08/09 10:09

Era un Eden prima della Eden V…

Il relitto adagiato da vent’anni sulle spiagge garganiche e acquistato nel 2006 da una ditta, è sotto sequestro da due anni nel litorale dove ha interrotto la sua traversata

La storia di Eden V non ha ancora fine. La motonave è spiaggiata a Lesina Marina dal 1988 e la situazione non sembra sbloccarsi. “La gara per assegnare il relitto è stata completata nel 2006 - dice Enrico Cincotti, II° comandante della capitaneria di porto di Manfredonia - sono iniziate le opere di demolizione, poi interrotte nel 2007 dall’autorità giudiziaria di Lucera, perché la ditta vincitrice non ha avuto le giuste autorizzazioni per il consenso dello smaltimento dei rifiuti”.
La questione quindi, ha tempi per adesso ancora tutti da definire.“Tutto è sotto sequestro, l’area è interdetta e siamo in attesa che si sblocchi questa situazione” aggiunge ancora il militare.
Eden V compare nei paraggi delle coste italiane in un freddo 16 dicembre del 1988. Le condizioni del tempo della sera prima non promettevano niente di buono, tanto che le temperature sfiorarono gli zero gradi. Nel frattempo la nave intraprende il suo ultimo viaggio, salpando, pare, da Beirut (Libano) con destinazione Ploce (Croazia) ma, durante la notte la sua traversata si interrompe definitivamente sulle coste garganiche.
Il mercantile - 95 metri di lunghezza per 3-119 tonnellate di stazza - che porta il nome del paradiso terrestre (almeno in questa occasione; si dice infatti che abbia cambiato più di una volta il proprio nome, a seconda del viaggio che intraprendeva), si incagliò quindi sul litorale di Lesina Marina, in provincia di Foggia. Il mattino dopo gli avventori, increduli, videro quello che, a distanza di tempo, è oggi ciò che resta di una nave ormai arrugginita e di materiali che pare siano stati identificati negli anni come parte del suo carico ma che hanno sollevato (anch’essi insieme allo spiaggiamento del mercantile) diverse polemiche.
La zona dove è incagliata Eden V, ancora oggi nel 2009 risente dell’ingombro della carcassa, di dimensioni talmente importanti che anche Google Heart, dal satellite, registra la sua maestosità.
Cosa si può sperare per il futuro? Il Com. Cincotti conclude dicendo che: “Lo scopo è rimuovere il relitto ma considerando la situazione attuale, non si possono fare previsioni”.

Federica Lombardo

Stampa