APRI
Già registrato? Download PDF ACCEDI o REGISTRATI
Direttore Responsabile: Angelo Scorza
Stampa
18/10/05 18:44

EneRmaR e Bluvia-RFI si scambiano le navi

Quattro traghetti bidirezionali cambiano bandiera; due in charter e due a titolo definitivo

Scambio di navi fra la compagnia genovese EneRmaR e la divisione marittima delle ferrovie statali Bluvia-RFI.
Oggetto dell’ampia negoziazione alcuni traghetti bidirezionali. Da Genova sono partite alla volta di Civitavecchia, sede della societa', ma con impiego nel Sud Italia, le gemelle Budelli e Razzoli, la prima venduta a titolo definitivo, la seconda noleggiata.
Percorso opposto per le due navi della Bluvia-RFI Agata (ceduta) e Pace (in charter). Si ignorano i valori delle due transazioni, mentre la durata del noleggio e' stata fissata in due mesi.
Lo scambio di cortesie fra le due societa' di armamento, impegnate in mercati non concorrenti con queste navi – il collegamento fra Palau e La Maddalena in Sardegna per EneRmaR; il tradizionale shuttle Villa S.Giovanni-Messina sullo Stretto per Bluvia-RFI – corona un’intesa gia' avviata ad inizio di anno. A gennaio le Ferrovie dello Stato avevano preso ‘in prestito’ il ferry bidirezionale Budelli (300 passeggeri e 170 auto), che EneRmaR aveva in precedenza rilevato dal fallimento della spagnola ISNASA, insieme alla gemella Razzoli, e rimodernato ai cantieri Mariotti di Genova.
Mentre sulla rotte sarde la compagnia genovese aveva testato il traghetto Agata (1.310 GT, costruito nel 1973), ritenuto piu' performante. L’esito positivo dello swap di navi ha indotto i due management a proseguire la collaborazione, al fine di ottimizzare la capacita' offerta al mercato, con i movimenti sopra riportati.
Intanto EneRmaR, non trovando validi compratori interessati all’obsoleto traghetto Skipper, gia' disarmato, ha optato per la cessione dello scafo in Turchia per essere avviato alla demolizione.

Stampa