APRI
Già registrato? Download PDF ACCEDI o REGISTRATI
Direttore Responsabile: Angelo Scorza
Stampa
06/11/18 18:29

d’Amico Dry cede anche la Cielo di Tocopilla

Insieme alla gemella Cielo di Jari passeranno per complessivi 40 milioni di dollari alla svedese Gotland Tankers

Non una ma due sono le moderne navi bulk carrier classe Handysize che il Gruppo d’Amico, tramite la controllata irlandese d’Amico Dry, si appresta a dismettere.
Dopo le prime indiscrezioni che davano per fatta la cessione della Cielo di Jari, negli ultimi giorni è emerso che in realtà la shipping company controllata dai cugini cesare e Paolo dì’Amico cederà in blocco anche la nave Cielo di Tocopilla al prezzo complessivo di 40 milioni di dollari. Una cifra certamente interessante per i venditori se si considera che queste stesse navi da 39.200 tonnellate di portata lorda erano state commissionate nel 2012 ai cantieri cinesi Yangfan (la commessa era per sei unità) al prezzo unitario di circa 22 milioni di dollari. 
A distanza rispettivamente di due e quattro anni dalla consegna (Cielo di Jari è del 2016 e Cielo di Tocopilla del 2014) e dopo aver toccato i minimi valori di mercato nel marzo 2016 (rispettivamente 11,7 e 8,8 milioni di dollari), queste due bulk carrier oggi sono riuscite a spuntare praticamente lo stesso prezzo di quando sono uscite dai cantieri. 
Ad acquistarle sarà la società svedese Gotland Tankers che provvederà a riconvertirla in navi cisterna per il trasporto di succhi di frutta. 
N.C.

Stampa