APRI
Già registrato? Download PDF ACCEDI o REGISTRATI
Direttore Responsabile: Angelo Scorza
Stampa
11/02/20 18:25

Costa Toscana, al via in Finlandia l’assemblaggio dello scafo

Inizia a prendere forma nel cantiere Meyer di Turku la gemella della Smeralda, anch’essa alimentata a gas naturale liquefatto. Prime crociere nel Mediterraneo dall’estate 2021

Il management di Costa Crociere e del cantiere Meyer Turku alla cerimonia di assemblaggio dello scafo di Costa Toscana

Di fatto si tratta del ‘bis’ di Costa Crociere con le navi alimentate a gas naturale liquefatto (GNL): nel cantiere Meyer di Turku (Finlandia) è iniziato infatti l’assemblaggio dello scafo di Costa Toscana, la nave gemella di Costa Smeralda che è entrata in servizio lo scorso 21 dicembre e ha in Savona il suo home port. Per accogliere la nuova ammiraglia della compagnia conosciuta in tutto il mondo per il suo fumaiolo giallo l’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Occidentale aveva rinnovato la banchina delle Vele e il terminal 1 del Palacrociere, per un investimento complessivo di 22 milioni di euro.

L’avvenimento è stato celebrato con una cerimonia alla presenza del top management di Costa e del cantiere finlandese, con il Sindaco di Turku, Minna Arve, scelta come madrina dell’evento. Come da tradizione marittima, alcune monete commemorative sono state posizionati sulla chiglia della nave, come segno beneaugurante per tutti coloro – passeggeri e membri dell’equipaggio – che si ritroveranno a viaggiare su questo gigante dei mari. Nel corso delle prossime settimane la nave comincerà a prendere forma nel bacino del cantiere, dove attualmente è già stata posizionata un’ampia sezione dello scafo, lunga circa 100 metri, chiamata “floating engine room unit” (FERU), contenente i motori della nave.

Grazie all’utilizzo del gas naturale liquefatto si eliminano quasi totalmente le emissioni di ossidi di azoto e particolato, riducendo in modo sensibile anche quelle di ossidi di azoto e anidride carbonica. Smeralda e Toscana non saranno le uniche navi dotate di questo tipo di alimentazione per la compagnia che fa capo a Carnival: entro il 2023 infatti il piano di espansione prevede la presa in consegna di sette nuovi navi e di queste ben cinque saranno quelle alimentate a GNL.

“Siamo stati i primi al mondo a credere in questa innovazione in tempi non sospetti, cinque anni fa, quando abbiamo ordinato queste nuove navi tracciando la rotta verso un percorso sempre più sostenibile”, dice orgoglioso Neil Palomba, Direttore Generale di Costa Crociere.

“Costa Toscana avrà un design nuovo in moltissime aree per offrire agli ospiti esperienze uniche”, aggiunge Jan Meyer, CEO di Meyer Turku.

Costa Toscana, salvo ritardi nei lavori che avevano caratterizzato la realizzazione della gemella Smeralda, partirà da Amburgo il 28 giugno dell’anno prossimo, con una crociera di avvicinamento a Savona di 14 giorni che prevede anche soste lunghe a Lisbona, Barcellona e Marsiglia. Nell’estate del 2021 solcherà il Mediterraneo occidentale, destinazione alcune mete prevalentemente balneari, mentre da novembre le toccate si concentreranno prevalentemente nelle città d’arte.

Stampa