APRI
Già registrato? Download PDF ACCEDI o REGISTRATI
Direttore Responsabile: Angelo Scorza
Stampa
13/03/20 16:50

Coronavirus: Costa Crociere ferma le sue navi in tutto il mondo

Operazioni globali sospese fino al 3 aprile: gli itinerari in corso termineranno solo per sbarcare i passeggeri che si trovano ancora a bordo. Stessa decisione anche per la controllata AIDA, mentre MSC rimodula l'offerta

Dopo la recente decisione di sospendere tutte gli itinerari con toccate nei porti italiani, Costa Crociere ha fatto un ulteriore passo avanti, sospendendo volontariamente le operazioni globali di tutte le sue navi fino al 3 aprile prossimo.

Scelta, spiega la compagnia genovese in una nota, dettata dal fatto che “la diffusione del COVID-19, recentemente dichiarata come pandemia dall'Organizzazione Mondiale della Sanità, richiede misure straordinarie e il contributo risoluto di tutte le parti interessate per fermare l'emergenza”.

Costa, che aveva già sospeso tutte le attività in Cina dal 25 gennaio scorso, negli ultimi mesi riferisce di aver “ulteriormente rafforzato le misure precauzionali sulla sua flotta” e di aver “seguito rigorosamente le linee guida dell'Organizzazione Mondiale della Sanità. Tuttavia, la logistica dei viaggi nel mondo è oggi più impegnativa che mai e con maggiori restrizioni adottate da diversi paesi. Per questo condurre operazioni sicure e regolari è diventato significativamente complesso”.

Ragioni che hanno portato Costa Crociere, e anche la sua controllata tedesca ADIA Cruises (come si legge in queste ore sulla stampa internazionale specializzata), a 'fermare tutto': le crociere attualmente in corso termineranno il loro attuale itinerario solo per consentire agli ospiti di sbarcare e tornare a casa, mentre la compagnia sta provvedendo a informare gli agenti di viaggio e i clienti interessati dai cambiamenti, che riceveranno un buono per il rimborso completo.

“In qualità di leader del settore, riteniamo che sia nostra responsabilità essere pronti a fare scelte difficili quando i tempi lo richiedono”, ha commentato Neil Palomba, Direttore Generale di Costa Crociere. “In Costa abbiamo sempre a cuore la salute e la sicurezza dei nostri ospiti e membri dell'equipaggio. Ora che queste circostanze senza precedenti richiedono azioni senza precedenti per garantire la tutela della salute delle persone in tutto il mondo, siamo pronti a svolgere il nostro ruolo”.

Anche MSC Crociere ha rimodulato la sua offerta, in particolare per le crociere previste nei porti italiani. Per quanto riguarda l’area del Mediterraneo, la Grandiosa mantiene gli scali previsti a Genova e Civitavecchia per consentire lo sbarco agli ospiti che termineranno la crociera in questi porti. Nessun nuovo ospite o membro dell’equipaggio sarà autorizzato a imbarcarsi sulla nave durante la sosta in questi porti, né saranno consentite escursioni a terra per chi è a bordo.

Ferma, come annunciato, la MSC Opera fino al 26 aprile, le altre modifiche riguardano la Fantasia (il Grand Voyage partito da Rio de Janeiro il 9 marzo verso l'Europa terminerà a Marsiglia il 27 marzo e non più Genova e Civitavecchia, come inizialmente previsto, il 28 e 29 marzo. La crociera in partenza da Genova del 28 marzo è stata annullata), la Sinfonia (il Grand Voyage in partenza da Santos il 13 marzo e diretto a Venezia è stato annullato. Agli ospiti è stata offerta la possibilità di partire a bordo di MSC Seaview da Santos il 19 marzo verso Barcellona il 4 aprile) e la Divina (il Grand Voyage da Miami con partenza il 20 marzo e diretto a Genova è stato annullato. Inoltre, le crociere nel Mediterraneo in programma per l'11, il 18 e il 25 aprile sono state cancellate).

Inoltre sono cancellate tutte le crociere nell’area del Golfo in seguito alla chiusura dei porti alle navi da crociera da parte delle autorità degli Emirati Arabi Uniti. Stop quindi per la Bellissima e la Lirica, mentre la Splendida scalerà Marsiglia e Barcellona anziché Genova e Civitavecchia.

Oggi, inoltre, anche il governo francese ha improvvisamente annunciato la chiusura del porto di Fort de France in Martinica nei Caraibi. MSC Preziosa, che avrebbe dovuto scalare il porto sabato 14 marzo condurrà le sole operazioni di sbarco. La nave dunque concluderà il suo itinerario nel porto Bridgetown, Barbados, martedì 17 marzo per consentire ai rimanenti passeggeri dell’attuale crociera di sbarcare. La chiusura del porto ha obbligato la compagnia a cancellare le partenze di MSC Preziosa da Fort de France previste per il 14, 21 e 28 marzo. La partenza del Grand Voyage da Fort de France ad Amburgo (Germania), prevista per il 4 aprile, è stata al momento confermata.

Stampa