APRI
Già registrato? Download PDF ACCEDI o REGISTRATI
Direttore Responsabile: Angelo Scorza
Stampa
16/03/20 11:13

Ancora emergenza in crociera, ora tocca alla Costa Luminosa

Tre positivi al Coronavirus in due differenti itinerari, uno è morto: sospese le attività, il viaggio potrebbe terminare a Marsiglia

Fra i tanti settori che saranno chiamati a pagare un conto salatissimo per colpa dell’emergenza Coronavirus, quello delle crociere rischia di essere il più esposto. Nelle scorse settimane diverse navi da crociera hanno avuto problemi più o meno simili nei porti di mezzo mondo, uno scenario che di fatto ha portato il settore alla ‘serrata’: Costa Crociere, dopo aver chiuso ai viaggi nel Mediterraneo, ha sospeso ogni attività, come Viking e Princess Cruises, con MSC che ha dato il via a una drastica rimodulazione dei suoi itinerari prima di ‘sposare’ la decisione di CLIA e sospendere tutte le crociere negli Stati Uniti.

Tuttavia ci si trova a dover fare i conti con un’altra nave alle prese con una vera e propria Odissea. Questa volta tocca alla Costa Luminosa: tre contagi e un morto, in due differenti crociere.

Andiamo con ordine. Lo scorso 24 febbraio la nave parte da Port Everglades, negli Stati Uniti, per un tour di 10 giorni nei Caraibi. Il 29 febbraio viene fatto sbarcare un passeggero nelle Isole Cayman con sintomi riconducibili al COVID-19: si tratta di un modenese di 68 anni, con lui c’è anche la moglie che però non accusa alcun malessere. La nave riparte, termina il suo viaggio il 5 marzo facendo ritorno nel porto di partenza, da qui riparte con un nuovo carico di passeggeri per una crociera transatlantica che prevede l’arrivo il 21 marzo a Savona.

Nel frattempo, nel volgere di alcuni giorni, le condizioni del passeggeri sbarcato alle Cayman peggiorano: l’uomo muore e risulta positivo al tampone per la ricerca del Coronavirus. Intanto sulla Luminosa, l’8 marzo, la situazione si complica ulteriormente: una coppia di Novara, marito e moglie di circa 70 anni, viene fatta sbarcare a San Juan de Puerto Rico, anche questa volta con sintomi analoghi. Un paio di giorni fa vine comunicato alla compagnia del ‘fumaiolo giallo’ il risultato del test: entrambi risultano positivi al Coronavirus.

A bordo della nave cresce la paura, mentre le operazioni di sanificazione, già implementate, vengono ulteriormente rafforzate e viene sospesa ogni attività di gruppo che non consenta il rispetto della distanza fra due persone. Alcuni ospiti (a bordo italiani, francesi e spagnolo per lo più) chiedono di poter scendere dalla nave al primo porto utile. La Luminosa dovrebbe arrivare a Savona, hub di Costa, il 21 marzo ma con ogni probabilità terminerà la sua corsa 2 giorni prima, a Marsiglia, città verso cui è in navigazione dopo uno scalo tecnico a Tenerife dove sono stati fatti sbarcare altri 3 passeggeri sintomatici.

Stampa