APRI
Già registrato? Download PDF ACCEDI o REGISTRATI
Direttore Responsabile: Angelo Scorza
Stampa
07/06/18 16:02

Adriatic LNG a quota 600

A quasi 10 anni dall’avvio delle attività, il rigassificatore offshore di Rovigo, forte di un tasso di utilizzo medio dell’80%, celebra l’arrivo dell’ennesima metaniera proveniente dal Qatar

Nuovo traguardo per Adriatic LNG, il rigassificatore collocato al largo di Rovigo attivo dall’ottobr dle 2009.

A quasi 10 anni dall’entrata in attività, la struttura ha infatti accolto la 600esima nave metaniera della sua storia, la Al Jassasiya, unità con un carico di circa 140.000 metri cubi di gas naturale liquefatto, corrispondenti a circa 85 milioni di metri cubi di gas, partita dal porto di Ras Laffan in Qatar.

“Seicento navi approdate e scaricate in sicurezza è sicuramente un dato ragguardevole che testimonia l'alta efficienza e affidabilità di questa infrastruttura d'eccellenza” ha commentato il direttore commerciale del terminal Corrado Papa.

Nei primi cinque mesi del 2018, il rigassificatore Adriatic LNG – riferisce una nota della stessa società - ha accolto 30 navi metaniere, per un carico complessivo di GNL di oltre 2,6 miliardi di metri cubi di gas, potendo vantare un tasso di utilizzo medio di circa l’80%. Una percentuale che, riferisce ancora Adriatic LNG citando come fonte dati raccolti da GLE (Gas LNG Europe), che riunisce 15 strutture attive in questo ambito di attività, è “molto superiore a quella media degli altri impianti di rigassificazione europei”.

Secondo quanto messo in luce nel 5° report annuale Italian Maritime Economy di SRM la rotta Ras Laffan - Rovigo è il principale ‘corridoio marittimo’ per l’import di GNL in Italia e vede transitare in media ogni anno 44 navi, che coprono il tragitto in media in 6 giorni di navigazione. L’energia trasferita annualmente sulla rotta è pari a 2,8 Mtep (MegaTEP, milioni di tonnellate equivalenti di petrolio), che rendono il corridoio dotato di una potenza equivalente teorcia di 233 GigaWatt.

 

TAG : Gas
Stampa