• Facebook
  • Twitter
  • Linkedin
  • Email
  • RSS
APRI
Già registrato? Download PDF ACCEDI o REGISTRATI
Direttore Responsabile: Angelo Scorza
Stampa
07/03/06 18:50

Veroli a capo dei Giovani di ALCE

L’Associazione Ligure Commercio Estero rinnova le cariche. Il neo-Presidente e' impegnato nell’azienda di famiglia PRAI, dalla quale il socio Abbo prepara il distacco

E’ Angiolo ‘Chicco’ Veroli (Gruppo PRAI) il nuovo presidente della Sezione Giovani di ALCE succedendo a Federico Pinatel (Scoccimarro) che lascia anticipatamente l’incarico per dimissioni dal mandato biennale.
L’Associazione Ligure Commercio Estero, che nel 2005 ha festeggiato il 60° dalla costituzione, ha contestualmente provveduto a rinnovare il consiglio direttivo, ora composto da Giuseppe Calvini (Madi Ventura), Andrea Risso (Cambiaso & Risso), Camilla Teglio (Icat Food), Alessandro Piano (Com.ex.im), Carlo Kielland (Sideco) e Marco Toffolutti (New Gima).
Il giovane Veroli, che porta il nome del nonno, fondatore del Gruppo PRAI, e' socio fondatore ed amministratore delegato agli acquisti di Ciaoimport Srl, societa' di importazione ed esportazione di articoli etnici da Vietnam, Medio ed Estremo Oriente, Americhe.
Laureato in Economia marittima e dei trasporti con una tesi in Magazzinaggio e operazioni di logistica in Diritto dei trasporti, malgrado non abbia ancora compiuto trent’anni Veroli, appassionato calciatore, si e' gia' messo in luce per alcune iniziative imprenditoriali. La sua Ciaoimport, divisione della PRAI Trading & Shipping S.p.A guidata dal padre Ettore, importa in Italia repliche di automobili in miniatura Pedalcars a pedali e a spinta.
Proprio in seno alla PRAI, storica societa' attiva dal 1942 nei commerci internazionali quale trader e broker di chimici, fertilizzanti, acciai, zolfo e nello shipping attraverso la fusione nel 1992 con la GAS LINE S.r.l. Compagnia di Navigazione, si profila un’inattesa spaccatura, col socio Marino Abbo pronto a lasciare la partnership con Veroli per abbracciare integralmente il Gruppo Pacorini, che controlla nell’Interporto VIO di Vado Ligure (Savona), di cui PRAI e' socio, un magazzino di 50.000 metri quadri coperti e 200.000 all’aperto principalmente usato per stoccaggio, lavorazione e movimentazione del caffe' verde (crudo) proveniente da tutto il mondo.

Stampa