APRI
Già registrato? Download PDF ACCEDI o REGISTRATI
Direttore Responsabile: Angelo Scorza
Stampa
28/12/18 15:12

Ship2Shore supera quota 2 milioni

Sempre meno ‘Genova-centrico’, nel 2018 il portale è cresciuto a doppia cifra sul fronte di visualizzazioni di pagina, sessioni e numero di utenti

Come ormai da molti anni a questa parte, anche nel 2018 Ship2Shore ha fatto un ulteriore passo in avanti, superando per la prima volta la soglia dei 2 milioni di visualizzazioni (in sostanza il totale dei click, il più importante tra gli indicatori per misurare le performance di un sito).

Precisamente, sono state infatti 2.018.743 le pagine del sito www.ship2shore.it cliccate complessivamente durante l’anno, il 19,35% in più rispetto ai 1.691.442 del 2017.

La crescita a doppia cifra ha interessato anche tutti gli altri parametri più importanti tra quelli rilevati da Google Analytics. In un anno in cui per il settore non sono mancate tensioni e difficoltà, il ruolo di Ship2Shore come ‘narratore’ delle vicende dello shipping tricolore viene infatti confermato da un progredire nel numero degli utenti, passati da 407.899 a 513.960 (+ 26, %) - e tra loro, di quelli rilevati come ‘nuovi’ (da 399.216 a 504.028, +26,25%) – così come in quello delle sessioni (le ‘visite’ al sito), che dalle 742.955 del 2017 arrivano alle attuali 928.958, +25,04%.

Anche nel 2018 continuano d’altro canto a calare il numero delle pagine visitate durante una sessione (da 2,28 a una media di 2,17, -4,54%) e la durata di una sessione media (ora di 1 minuto e 37 secondi, contro il minuto e 45 del 2017, -7,6%), mentre aumenta la frequenza di rimbalzo (la percentuale di sessioni che consistono nella visita di una sola pagina, ora il 36,66% del totale contro il 33,97% dell’anno precedente). Tutti segnali che mostrano un evolvere delle abitudini di consumo del sito, sempre più improntate ad ‘assaggi’ frequenti ma rapidi.

Piccola rivoluzione in atto - per la verità già da qualche anno - è quella che vede calare sempre di più il tasso di ‘genovesità’ dei lettori della rivista: se nel 2014 le visite riferibili al capoluogo ligure e ai suoi dintorni erano ancora al primo posto (e valevano circa il 15% del totale), oggi la quota maggiore proviene da Roma e Milano (praticamente pari merito, la prima con il 15,48% e la seconda con il 15,13 del totale). Genova, in terza posizione, conta ora per una fetta pari al 12,9%, seguita da Napoli con il 6,95%. Allargando lo sguardo dal punto di vista geografico, cala un po’ il predominio del traffico ‘italiano’ sul totale (ora pari al 78,87% delle visite, nel 2017 era l’80,76% circa), compensato da un aumento del pubblico statunitense (ora il 3,15%), britannico (2,52%), svizzero (1,52%) e tedesco (1,28%).  

Dato significativo da rilevare, tra i tanti, è il decrescere dell’importanza delle home (quella principale e quelle per categoria), sempre meno punto di ingresso verso il portale, a tutto vantaggio delle pagine di contenuti (articoli, fotogallery, PDF settimanali e speciali), spesso raggiunte direttamente cliccando su link presenti nei post sui social network o nelle varie newsletter.

A proposito di queste ultime, va osservato il numero stabile dei contatti raggiunti settimanalmente dalla tradizionale Weekly (circa 45.000), mentre cresce ancora quello degli iscritti alla Daily Newsletter (circa 750).  Continuano a essere un presidio importante i social network, che incrementano gli iscritti superando traguardi significativi: LinkedIn conta ormai 4.266 contatti (tra gruppo e pagina), il profilo Facebook ha 2099 follower, mentre Twitter ne raccoglie oltre 1.700. A far loro compagnia il giovane profilo Instagram, ad oggi seguito da oltre 280 contatti.

Francesca Marchesi

TAG : Ship2Shore
Stampa