APRI
Già registrato? Download PDF ACCEDI o REGISTRATI
Direttore Responsabile: Angelo Scorza
Stampa
17/02/17 16:35

Ribaltamento in appello, Grimaldi assolto

Per la Corte d’Appello di Reggio Calabria l’ex presidente dell’Autorità Portuale di Gioia Tauro non ha commesso omissione di atti d’ufficio

L’Autorità Portuale di Gioia Tauro ha comunicato che l’ex presidente Giovanni Grimaldi è stato assolto (“con formula piena, perché il fatto non sussiste”) dalla Corte d’Appello di Reggio Calabria nell’ambito del processo che in primo grado gli era costato una condanna a sei mesi di reclusione per omissione in atti d’ufficio.

Il giudizio era stato intentato dal Gruppo Zen, che imputava a Grimaldi un atteggiamento ostruzionistico nel rilascio di concessioni. “Con la motivazione della Corte d’Appello di Reggio Calabria – si legge nella nota diramata dall’ente – viene chiaramente ribadita l’insussistenza della tesi accusatoria. Si chiude, così, un brutto capitolo che ha visto ingiustamente coinvolto Giovanni Grimaldi quale rappresentante legale dell’Autorità portuale di Gioia Tauro. E cade, quindi, totalmente la tesi accusatoria secondo la quale Grimaldi, in capo all’Ente, avrebbe, in violazione all’art. 328, comma 2 del Codice penale, ritardato l’adozione di determinazioni richieste nell’istanza presentata dalla Zen Marine per ottenere la concessione di uno specchio d’acqua nel bacino portuale”.

 

Stampa