APRI
Già registrato? Download PDF ACCEDI o REGISTRATI
Direttore Responsabile: Angelo Scorza
Stampa
13/03/20 16:57

Pittaluga si attrezza nel presente pensando a proiettarsi verso il futuro

Altri 5 nuovi veicoli Euro6 della Mercedes entrano nella flotta atta al trasporto di container genovese, per supportare Vado Gateway ed adocchiando altre opportunità di sviluppo

di Angelo Scorza

“Continuiamo a rafforzare la nostra flotta, avendo ora introdotto 5 nuovi trattori Mercedes Actros Euro6, allestiti con genset per trasportare anche container reefer, destinati ad operare nel porto di Vado Ligure, a supporto del nuovo terminal container. Coerenti al nostro slogan ‘Proiettati verso il futuro’, siamo sempre pronti a investire, anche se certo il coronavirus per il momento ci frena;  comunque per VadoLligure abbiamo investito in mezzi oltre 600 mila €” afferma Fabio Pittaluga, dal 2001 amministratore delegato del Gruppo Pittaluga, una delle maggiori aziende di trasporto di contenitori di ogni tipologia, ma anche ulteriori, di Genova, sebbene operativa su diversi porti e parti d’Italia. “L'attività primaria è il trasporto containers, in cui primeggiamo e siamo leader nel trasporto reefer di prodotti alimentari.  Gestiamo oltre 45 mila viaggi in un anno di cui oltre 22 mila viaggi di reefer (import/export) e trasportiamo oltre 1 milione di tonnellate merce e oltre 18 milioni di km in un anno” sono le prime ‘referenze’ snocciolate dal leader di un gruppo che si appresta a festeggiare, nel 2022, il primo mezzo secolo di attività.

“L'azienda nasce nel 1972 per iniziativa di mio padre Elio, e la mia motivazione a diventare imprenditore si è realizzata in modo naturale; sono nato e cresciuto come i mie fratelli Marco e Monica in questo ambiente fin da bambino, da quando nostro papà ha creato l'azienda. Adesso lui è presidente, io amministratore delegato, Marco direttore operativo e Monica direttore amministrativo”.

L’architettura societaria si è evoluta nel tempo.

Come si ricorderà, nel 2001 gli azionisti avevano ceduto il 51% al gruppo concorrente (e decisamente più potente) Gavio, salvo poi nel 2010 ricomprarsi tutte le azioni.

“Ma ci tengo a precisare che i rapporti sono rimasti ottimi e in alcune circostanze continuiamo a collaborare con loro” sottolinea Pittaluga, che è in azienda dal 1991.

A prescindere dal fatto che la compravendita a distanza di un decennio abbia sortito o meno una plusvalenza, l’operazione è servita a permettere di riorganizzare l’intera struttura del gruppo di San Benigno, lo storico quartiere portuale di Genova che è un po’ l’icona delle movimentazioni in porto, essendo sede fra l’altro anche della Compagnia Unica.

Dopo questa svolta azionaria, è stata creata a capo di tutte le attività Microequity Srl, una holding da 1.4 milioni di euro controllata dalla famiglia Pittaluga, che sviluppa le proprie attività direttamente e anche in partecipazione in settori diversificati – commerciale, trasporti, logistico, spedizioni, immobiliare - ciascuna all'interno della propria area di business specifica, con il controllo della gestione e della struttura finanziaria uniformato presso questa società, avendo come obiettivo primario l'acquisizione di quote di partecipazione in PMI italiane.

La Pittaluga Servizio Containers Spa dal 1972 offre servizi logistici, spedizioni e trasporto su tutto il territorio nazionale ed internazionale (tank containers, reefer con generatore, ribaltabili, IMCO-ADR, container high-cube e container 45', logistica e distribuzione, con apparato GPS) grazie a un parco automezzi molto variegato.

Ma l’azienda non è solo a Genova.

L’altra controllata Vetra Logistics, con sede in Stagno, la zona industriale di Livorno, e operativa a Collesalvetti presso l’interporto labronico, offre analoghi servizi logistici, spedizioni e trasporto su tutto il territorio nazionale ed internazionale per le stesse tipologie di carico.

Egualmente, l’altra controllata San Giovanni Trasporti, sede legale a Milano ed operativa nel sito logistico di Castel San Giovanni (Piacenza), con i medesimi servizi e mezzi.

“Nel settore trasporti la capogruppo è la Pittaluga Spa (che investe solo nel settore trasporti) mentre in altri ambiti investiamo con la nostra società finanziaria Microequity (proprietaria del 100% della Pittaluga) nei filoni delle spedizioni, assicurazioni, immobiliare e movimentazione della merce” spiega l’imprenditore genovese.

Proprio quest’ultima area è stata frutto di un’iniziativa assunta dal padre nel 2005, nativo di Sampierdarena, uno dei nomi ‘pesanti’ dell’autotrasporto genovese di contenitori - insieme a Spinelli, Biasotti, Pastorino, De Caro, per citare i più noti – il quale quindici anni fa decide di creare una società immobiliare, da quel momento dedicandosi ad occuparsi di investimenti industriali.

Il patriarca aziendale (oggi quasi 80nne) nel 2005 apre la PSL Pittaluga Servizi Logistici (di cui oggi controlla il 35%) dedicata a offrire servizi nell'edilizia, potature degli alberi, manutenzione ai condomini, assistenza e collaborazione con i cantieri; una diversificazione finalizzata un anno dopo con un accordo intrapreso con la Scrivia Gru di Busalla per acquisire un magazzino dotato di mezzi di sollevamento (piattaforme, cestelli, forche e benne) fino a 120 tonnellate di portata e 40 metri di altezza, in parte forniti dalla Merlo di Cuneo.

Tra le diverse altre partecipazioni sono degne di nota la IRL, società nata 5 anni fa per effettuare bonifiche di cisterne e isotank; e la STL, che fa la distribuzione di prodotti freschi.

“Come gruppo trasporti nelle tre società operative complessivamente abbiamo una flotta nostra, composta da diversi brand (Volvo, Mercedes ecc.), di 90 motrici (tutte Euro6) e 180 semirimorchi tutti di proprietà; lavoriamo su 3 piazzali, con aree di sosta per i nostri mezzi di proprietà, dislocate nell’Alessandrino a Tortona e a Ronco Scrivia (dal 2019) e nel Piacentino a Castel San Giovanni, mentre a Genova siamo in concessione demaniale ed a Livorno in affitto.

Nel 2019 il fatturato consolidato è cresciuto rispetto al 2018 del 10% realizzando oltre 23 milioni di euro e abbiamo 108 dipendenti che operano dai porti di Vado Ligure, Genova, La Spezia e Livorno, movimentando globalmente oltre 1 milione di tonnellate di merci all’anno”.

Senza sbottonarsi troppo sulle future intenzioni, Pittaluga conferma che il mood aziendale è sicuramente espansivo, concludendo con una dichiarazione di fiducia nel futuro: “Ci guardiamo sempre intorno sul mercato per eventuali acquisizioni di aziende parte del nostro settore”.

Stampa