APRI
Già registrato? Download PDF ACCEDI o REGISTRATI
Direttore Responsabile: Angelo Scorza
Stampa
15/01/19 11:07

Nessuno sfida Costa, MSC e RCCL per le crociere spezzine

Il trio di compagnie è stato l’unico offerente nella gara per costruire e gestire in concessione la nuova stazione marittima dello scalo ligure

Nessuno sfidante si è fatto avanti per le crociere spezzine, e l’unica offerta pervenuta entro il termine del 14 gennaio è stata quella del consorzio composto dei tre principali player del settore, Royal Caribbean, MSC Crociere e Costa Crociere, che sono anche i promotori del progetto messo a gara lo scorso autunno.

A comunicarlo è la stessa authority guidata da Carla Roncallo, che in una nota informa: “Sono scaduti ieri i termini per la presentazione delle offerte relative alla gara bandita ai sensi dell’art. 183 comma 15 e seguenti del Codice Appalti (Finanza di progetto) per l’affidamento del servizio crocieristico e la realizzazione delle opere ad esso connesso. E’ pervenuta la sola offerta dei soggetti proponenti, ovvero Royal Caribbean, MSC e Costa Crociere”.

Ora, spiega ancora l’AdSP del Mar Ligure Orientale, “verrà nominata la Commissione di gara, che si riunirà in seduta pubblica il prossimo 17 gennaio, per l’apertura del plico e la verifica della documentazione”.

In base alla citata procedura di project financing, a ottobre 2018 l’AdSP aveva messo a gara il progetto proposto dalle 3 compagnie crocieristiche, che prevede investimenti infrastrutturali per 35 milioni di euro e stima ricavi complessivi, per il futuro aggiudicatario della gara, pari a 415 per tutta la concessione, della durata massina di 37 anni.

Il termine utile, per soggetti che avessero eventualmente voluto sfidare il trio RCC-MSC-Costa (sempre, però, sulla base del progetto presentato dalle tre compagnie e adottato dall’authority), è scado ieri (14 gennaio), e nessuno si è fatto avanti.

Ora l’ente guidato dalla Presidente Roncallo nominerà quindi la commissione incaricata di valutare la documentazione presentata dall’unico offerente, che – se non ci saranno intoppi – diventerà quindi il terminalista delle crociere a La Spezia e, forse, anche a Marina di Carrara.

Il vincitore della gara inizierà infatti a svolgere i servizi crocieristici sul Molo Garibaldi ovest e nel Terminal II di Largo Fiorillo, così come già avviene oggi, in attesa che l’AdSP provveda a realizzare su Calata Paita il nuovo molo crociere. A quel punto sarà lo stesso concessionario a incaricarsi di costruire la nuova stazione marittime spezzina, a fronte di una concessione di 37 anni.

L’authority potrà poi valutare se negoziare, con l’aggiudicatario, l’affidamento in concessione di parte della banchina Taliercio del porto di Marina di Carrara, su cui svolgere traffico crocieristico. In tal caso il soggetto prescelto dovrà anche realizzare a proprie spese un terminal provvisorio, di circa 400 mq, per un investimento non inferiore a 250.000 euro, oltre a garantire un traffico passeggeri non inferiore a 70.000 annui.

 

F.B.

 

Stampa