APRI
Già registrato? Download PDF ACCEDI o REGISTRATI
Direttore Responsabile: Angelo Scorza
Stampa
12/09/18 15:58

L’impero ottomano delle crociere sbarca in Dalmazia

Global Ports Holding firma l'accordo di concessione per il porto di Zadar Gazenica in Croazia, oggetto di un corposo piano di investimenti

Artist’s impression del nuovo porto di Zara

GPH Global Ports Holding Plc, considerato il maggiore operatore indipendente di crociere al mondo, ha firmato un accordo di concessione per 20 anni – tramite la consociata operativa controllata interamente Zadar International Port Operations doo – con l'Autorità Portuale di Zara, Croazia per i diritti operativi del porto crociere di Gazenica. L’intesa segue l'annuncio fatto da GPH il 19 marzo scorso con cui si notificava che l'Autorità Portuale dalmata aveva emesso una decisione di aggiudicazione di concessione a GPH subordinatamente alla stipula di un accordo finale.

Secondo i termini di quest’ultimo, a partire dal quarto trimestre 2018 GPH comincerà a gestire tutte le operazioni al porto passeggeri di Gazenica, peraltro oggetto di un corposo piano di investimenti.

La concessione comprende il porto passeggeri e i servizi terminalistici per navi da crociera, un terminal traghetti internazionale, servizi ro-ro per veicoli e passeggeri e un'area commerciale di 2.400 mq. L'infrastruttura ha un pescaggio massimo di 13 metri e misura 1.170 m di lunghezza essendo in grado di ospitare navi di grandi dimensioni. Nel 2017 Zara ha accolto 137.000 crocieristi, ma secondo le previsioni in base alle toccate di navi già programmate, nel 2018 il flusso crescerà fino a 150.000 passeggeri.

La città croata, con centro storico facilmente accessibile ricco di rovine romane, chiese medievali e fortificazioni del XVI secolo, capitale della Dalmazia, è ben posizionata in un circuito di porti crocieristici della regione adriatica, a partire da Venezia per finire a quelli della Grecia.

Gazenica è il secondo nuovo porto crocieristico che GPH, guidata dal CEO Emre Sayin, ha immesso nel proprio network durante il 2018, aumentando il numero complessivo a 17 porti gestiti in 9 paesi.

 

Angelo Scorza

Stampa