APRI
Già registrato? Download PDF ACCEDI o REGISTRATI
Direttore Responsabile: Angelo Scorza
Stampa
16/03/20 17:39

L’AdSP spezzina evita il maxirisarcimento ad Anybam

Ribaltato in appello il verdetto di primo grado: i monegaschi non otterranno nemmeno i 4,5 milioni riconosciuti dal TAR per il centro nautico a Cadimare pensato negli anni 80

S’infrange in una sentenza del Consiglio di Stato il tentativo della società monegasca Anybam di ottenere dall’Autorità di Sistema Portuale di La Spezia un risarcimento legato ad una vicenda cominciata ben prima che l’ente vedesse la luce.

Il massimo organo di giustizia amministrativa, infatti, ha ribaltato quanto statuito dal TAR della Liguria in due pronunciamenti fra 2018 e 2019. Quando erano state parzialmente accolte le pretese di Anybam, che nel 2009 aveva acquisito da Magazzini Generali del Porto i diritti di una lite iniziata anni prima. Questa società (riconducibile al manager spezzino Vladimiro Covili Faggioli e al costruttore Pier Francesco Agnese) aveva presentato nel 1987 un’istanza per la realizzazione nel golfo spezzino, in località Cadimare di un di un centro di riparazione, costruzione, manutenzione e ricovero di imbarcazioni da lavoro, salvo incappare in una serie di ritardi e lungaggini tali che l’area le fu consegnata solo nel 2002 e per giunta revocata nel 2006 per l’intervenuto mutamento dei piani urbanistici nell’area.

Dal TAR ligure Anybam ottenne il risarcimento del danno limitatamente al lucro cessante futuro e non per il danno emergente e il danno esistenziale, per un totale di 4,5 milioni di euro sugli oltre 18 pretesi. Ora però il Consiglio di Stato ha non solo respinto il ricorso incidentale di Anybam sul quantum ma annullato la sentenza ‘originaria’, accogliendo la tesi dell’AdSP del “difetto di legittimazione ad agire di Anybam” sulla base del contratto stipulato nel 2009 con MGP.

Scongiurato quindi il rischio per l’ente di rivedere il bilancio e rinunciare a parte degli investimenti previsti. Anybam, anzi, dovrà anche farsi carico di tutte le spese legali.

A.M.

Stampa