APRI
Già registrato? Download PDF ACCEDI o REGISTRATI
Direttore Responsabile: Angelo Scorza
Stampa
14/02/17 11:24

Già incidentata l’ultima nave costruita da Fincantieri a Marghera

A causa del forte vento la Seabourn Encore è andata a collidere con la cementiera Milburn Carrier II nel porto neozelandese di Timaru riportando danni allo scafo

Seabourn Encore accident

Non è iniziata sotto i migliori auspici la prima stagione crocieristica in Australia della nuovissima nave Seabourn Encore consegnata a fine novembre presso lo stabilimento Fincantieri di Marghera e battezzata nel porto di Singapore lo scorso 7 gennaio.

La nuova ammiraglia della flotta Seabourn Cruise Line (gruppo Carnival Corporation), come testimoniano alcuni video postati in rete, ha rotto gli ormeggi nel porto neozelandese di Timaru finendo per andare a urtare con la poppa la nave cementiera Milburn Carrier II ormeggiata nella banchina opposta. 

Secondo quanto comunicato alla stampa locale dalla stessa compagnia di navigazione, la Seabourn Encore avrebbe subito solo lievi danni e nessun passeggero è rimasto ferito per questo incidente. Poco dopo l’accaduto la nave ha infatti lasciato il porto di Timaru proseguendo il suo itinerario verso Akaroa. 

L’ultima nave extra-lusso costruita da Fincantieri a Marghera ha una stazza lorda di 40.350 tonnellate, è lunga circa 210 metri, larga 28 e può raggiungere i 18,6 nodi di velocità di crociera. Può inoltre ospitare a bordo 600 passeggeri, in 300 spaziose suite tutte dotate di balcone privato.

N.C.

Stampa