APRI
Già registrato? Download PDF ACCEDI o REGISTRATI
Direttore Responsabile: Angelo Scorza
Stampa
10/09/18 22:00

Da Reefer Terminal e VTE in partenza nuovi treni per Rivalta e Basilea

A Mercitalia e Captrain sarà affidata rispettivamente la trazione dei due nuovi servizi con frequenza trisettimanale

Dai porti di Genova e di Savona sono pronti a partire nuovi treni container diretti verso nord.

APM Terminals Vado Ligure ha reso noto che dal prossimo 1 ottobre tre treni alla settimana collegheranno il Reefer Terminal all’interporto di Rivalta Scrivia (Alessandria). Dopo alcuni anni, riprendono forma i trasporti su rotaia dal porto di Vado Ligure verso le destinazioni del Nord Italia, servizi messi a punto nei mesi di giugno e luglio” spiega una nota della società controllata al 51% da APM Terminals e partecipata da Cosco. “Da inizio ottobre infatti inizieranno i nuovi collegamenti curati da APM Terminals, la società del gruppo Maersk che già opera a Vado Ligure attraverso la controllata Reefer Terminal S.p.A., e che gestirà la piattaforma container attualmente in costruzione nel porto ligure”.

La comunicazione prosegue aggiungendo che dal Reefer Terminal di Vado partiranno i primi treni con destinazione Rivalta Scrivia dove ha sede il Rail Hub Europe, interporto di importanza strategica nel sistema logistico del Nord Italia interamente controllato da Autosped G (Gruppo Gavio). “Verrà garantita una frequenza minima iniziale di tre treni-blocco alla settimana, completamente composti da carri ribassati e adatti al carico di container “high-cube” (extra altezza)” conclude spiegando la nota di APM. La trazione è affidata a Mercitalia (gruppo FS Italiane).

In occasione di un convegno tenutosi pochi giorni fa a Mondovì, il numero uno di APM Terminals Vado Ligure, Paolo Cornetto, ha spiegato più nel dettaglio che inizialmente da e per il nuovo terminal i container viaggeranno su ferro in tre direzioni: Rivalta Scrivia, Milano e Padova. A queste, però, potrebbe aggiungersi anche la stessa Mondovì con un treno che collegherebbe le aree dell’ex produttore di container Cobra ora passate in mano al gruppo cuneese di autotrasporto e logistica Lannutti. “Mondovì può diventare tranquillamente la quarta destinazione, sfruttando la linea ferroviaria che, via San Giuseppe di Cairo, raggiunge Torino. Senza dubbio l’operazione Lannutti sull’ex area Cobra va in questa direzione: Mondovì può essere uno shuttle per il Piemonte” ha detto infatti Cornetto secondo quanto riportato da La Stampa.  

Segnali di grande dinamismo sul fronte ferroviario non arrivano però solo da Vado Ligure perché nel corso del prossimo mese di ottobre è previsto in partenza anche del Voltri Terminal Europa di Genova Prà un nuovo servizio regolare e diretto con la Svizzera per i container. I dettagli del collegamento devono essere ancora rivelati ma per il momento si sa che la trazione dei treni sarà curata dall’impresa ferroviaria Captrain, la frequenza trisettimanale e il capolinea del treno è la città di Basilea. Per il terminal container del Gruppo PSA si tratta di un’importante sperimentazione che riporta, dopo molti anni di assenza, i collegamenti ferroviari diretti fra il porto di Genova e la Svizzera.

Nicola Capuzzo

Stampa