APRI
Già registrato? Download PDF ACCEDI o REGISTRATI
Direttore Responsabile: Angelo Scorza
Stampa
30/07/18 08:43

Crisi CPL, Raugei getta acqua sul fuoco

Per il presidente dei portuali livornesi la ricostruzione dell'affaire LRT fatta da Ship2Shore contiene inesattezze e omissioni

Da Enzo Raugei, presidente del Gruppo Compagnia Portuale Livorno, riceviamo e pubblichiamo

Egregio Direttore,

faccio riferimento all’articolo pubblicato su Ship2Shore il 25 luglio u.s., a firma di Andrea Moizo, dal titolo «Una calda estate Reefer per i portuali livornesi».
Detto pezzo contiene una serie di inesattezze o di omissioni, in particolare con riguardo all’entità del debito attuale di Livorno Reefer Terminal S.r.l. nei confronti delle società di leasing (non essendosi tenuto conto della maxi-rata di canone versata inizialmente), al tipo ed allo stato delle trattative intavolate con le stesse, alle soluzioni proposte o richieste.
Esso, inoltre, sulla base di informazioni fornite da «alcune fonti», non a caso coperte da anonimato, contiene considerazioni sulla situazione patrimoniale di CPL e dell’intero Gruppo al vertice del quale è posta che rischiano di suscitare una situazione di allarme e di destabilizzare le stesse trattative in corso con le società di leasing, la normale operatività di CPL e i rapporti con l'altro socio di CILP S.r.l., con riguardo alla quale mi preme sottolineare che gli obblighi di ricapitalizzazione (assunti volontariamente dai soci e non imposti dalla legge) sono sempre stati adempiuti da CPL.
Le ricordo anche che allo stato dell'arte la CPL garantisce lavoro e di che vivere a circa 350 famiglie livornesi.
La invito, quindi, a pubblicare questa mia lettera, dandole la stessa collocazione tipografica dell’articolo sopra menzionato.
Distinti saluti.

Enzo Raugei

 

Ringraziando Raugei per l’intervento, ci spiace che, come già al telefono, non indichi quali sarebbero inesattezze e omissioni della ricostruzione fatta da S2S. Effettivamente l’entità del debito attuale nei confronti delle società di leasing non è riportata al centesimo nell’articolo ma l’indicazione a grandi linee pensavamo fosse sufficiente. E forse meno allarmistica. Comunque, provvediamo col bilancio di Livorno Reefer Terminal: “Alla data del 31 dicembre 2017 il valore complessivo dei canoni ancora da rimborsare, comprensivo del valore di riscatto, risulta par ad euro 35.554.006”.

Quanto agli “obblighi di ricapitalizzazione” di Cilp “assunti volontariamente” dai soci, le parole di Raugei non aggiungono né tolgono a quanto riportato nell’articolo, a sua volta, del resto, tratto dal bilancio 2017 di Cilp.

A.M.  


 

Stampa