APRI
Già registrato? Download PDF ACCEDI o REGISTRATI
Direttore Responsabile: Angelo Scorza
Stampa
15/05/19 17:10

Agostinelli: “Entro l’autunno a Gioia Tauro navi da oltre 20.000 TEUs”

Il vertice dell’authority annuncia anche gli investimenti di MCT per 6 nuove gantry cranes ordinate in Cina: 3 arriveranno quest’anno e altre 3 nel 2020

Il prossimo autunno al porto di Gioia Tauro, già scalato regolarmente (unico porto italiano) da navi da oltre 19.000 TEUs, inizieranno ad arrivare portacontainer ancora più grosse, con portata superiore ai 20.000 TEUs.

Ad annunciarlo, in occasione di un incontro con la stampa organizzato per illustrare il piano di rilancio del terminal MCT da parte del nuovo azionista unico Terminal Investment Limited (TIL), società controllata dal gruppo MSC, è stato il commissario straordinario dell’Autorità portuale di Gioia Tauro, Andrea Agostinelli, che ha anche rivelato che il concessionario riceverà entro la prossima estate 3 nuove gru gantry crane commissionate in Cina, a cui seguiranno altrettanti mezzi dello stesso tipo nel corso del 2020.

Un nuovo investimento in handling, quindi, che segue di poche settimane quello annunciato a fine aprile e relativo a 32 straddle-carrier diesel-elettrici, mezzi che saranno forniti dal produttore finlandese Kalmar e consegnati entro la fine del 2019.

Agostinelli ha quindi ricordato l’arrivo della prima nave da 19.224 a fine aprile, la MSC Miriam, a cui sono seguite settimanalmente altre unità di analogo size: “Andremo avanti di questo passo fino a ricevere, entro il prossimo autunno, portacontainer di oltre 20.000 TUEs. Complessivamente, il piano prevede l’arrivo nel nostro scalo di 58 navi di queste capacità, che partendo dal Far East, attraverso il canale di Suez, faranno scalo a Gioia Tauro per poi proseguire nel Mediterraneo e così fare rientro nel mercato asiatico” ha spiegato Agostinelli.

Il vertice dell’authority calabrese ha quindi ricordato che la piena operatività del terminal si otterrà anche “attraverso il collegamento alla linea ferroviaria, con il gate ferroviario che è stato completato e che a breve sarà inaugurato”, aggiungendo poi che, nell’ambito del percorso di rilancio dell’intera infrastruttura portuale, “prosegue anche a pineo ritmo il lavoro del Comitato di Indirizzo della Zona Economia Speciale che, nella sua seconda riunione, ha elaborato la bozza di regolamento che definisce le procedure di inoltro delle domande di istanza dei relativi contributi”. 

 

F.B.

TAG : porti
Stampa