APRI
Già registrato? Download PDF ACCEDI o REGISTRATI
Direttore Responsabile: Angelo Scorza
Stampa
04/12/18 11:54

Via libera ai treni merci high cube sulla direttrice adriatica

A rendere possibile il salto di qualità l’attivazione della Galleria dei Frentani, a nord di Ortona

L’intera direttrice adriatica, da Bologna a Lecce, è oggi aperta anche ai treni merci high cube.
Ad annunciarlo è stata oggi RFI, che ha spiegato come il salto di qualità sia stato reso possibile dall’attivazione della galleria dei Frentani, a nord di Ortona. Il nuovo traforo, lungo 500 metri, è stato realizzato “in linea con gli standard europei previsti sui Corridoi ferroviari TEN-T” consentendo la circolazione di treni con sagoma limite massima di 4 metri di altezza allo spigolo (PC80), in grado quindi di trasportare semirimorchi, container di grandi dimensioni così come tir completi di motrice e rimorchio, caricati su speciali carri merci.Costato circa 25 milioni di euro, l’intervento “rappresenta la prima fase del raddoppio ferroviario a nord di Ortona” e sarà seguito a breve dalla seconda fase del raddoppio, che comprende i lavori previsti nella Galleria Castello, che permetteranno un incremento di capacità per l’intera direttrice.

La nuova attivazione – ha commentato RFI nella sua nota - è “determinante soprattutto per lo sviluppo del trasporto merci al Sud, con benefici importanti anche per l’intermodalità: i porti del Meridione, infatti, grazie alle nuove potenzialità delle connessioni con la rete ferroviaria nazionale ed europea, potranno offrire nuovi servizi e risultare maggiormente attrattivi.

TAG : Ferrovie
Stampa