English
APRI
Già registrato? ACCEDI o Abbonati
Direttore Responsabile: Angelo Scorza
Stampa
14/09/21 12:50

Un treno diretto torna allo Scalo Legnami

Il terminal triestino, ora gestito da HHLA Italy insieme alla Piattaforma Logistica, non riceveva un convoglio intero da oltre 15 anni

Lo scorso weekend un treno carico di prodotti forestali è arrivato ed è stato scaricato presso lo Scalo Legnami di Trieste.

La notizia non avrebbe di per sé particolare rilevanza, non foss’altro per il fatto che di convogli diretti, al terminal giuliano – gestito da HHLA Italy, la filiale nazionale del gruppo amburghese HHLA che ha rilevato la maggioranza dell’attigua Piattaforma Logistica – non ne arrivavano da oltre 15 anni.

Ed ecco quindi che l’arrivo dei 16 vagoni, con a bordo 1.360 metri cubi di tavole di abete, ha destato un certo clamore sulla stampa locale triestina. Secondo la ricostruzione de Il Piccolo, il carico proveniva da una segheria della Bassa Austria (a nord ovest di Vienna), ed era stato acquistato da una società commerciale anch’essa austriaca, da anni cliente del porto di Trieste.

Al momento si è trattato di una spedizione spot, resasi necessaria poiché il trasporto dello stesso quantitativo di merce di questo tipo via strada avrebbe richiesto l’impiego di quasi una trentina di camion, ma molti operatori locali si augurano che questo primo treno possa essere solo l’avvio di un processo di ritorno su ferro delle movimentazioni di legnami e altra merce varia, reso possibile nell’ambito del rilancio di questi traffici connesso allo sviluppo della Piattaforma Logistica.

L’auspicio è insomma quello che possano essere avviati collegamenti ferroviari diretti e regolari tra lo Scalo Legnami e i mercati di riferimento, come peraltro già esistiti in passato.

È ancora Il Piccolo a ricordare che il terminal è dotato di un layout ferroviario che consente la connessione diretta con la rete internazionale: questo treno è passato dalla stazione di Campo Marzio, ma con gli interventi recentemente realizzati da RFI i convogli, almeno dal punto di vista tecnico, potrebbero già arrivare direttamente allo Scalo Legnami.

 

TAG : ferrovie
Stampa