APRI
Già registrato? Download PDF ACCEDI o REGISTRATI
Direttore Responsabile: Angelo Scorza
Stampa
05/11/18 18:40

Per le Ferrovie dello Stato Italiane inizia l’era del trasporto merci espresso

Questa settimana partirà da Bologna il primo treno del nuovo servizio di Mercitalia Fast dedicato ai prodotti time sensitive

Il gruppo Ferrovie dello Stato Italiane ha intenzione di fare la sua parte per spingere il mercato italiano dei trasporti e della logistica verso un consolidamento. Lo ha detto chiaramente l’amministratore delegato Gianfranco Battisti, presentando presso il terminal intermodale di Marcianise (Caserta) il nuovo servizio di trasporto ferroviario merci espresso Mercitalia Fast che partirà il 7 novembre da Bologna.

“Questo è un mercato fortemente polverizzato: oggi 150 mila aziende lavorano nel settore della logistica: troppe” ha spiegato Battisti. Che poi ha aggiunto: “C’è bisogno di aggregare aziende e diventare più grandi e noi abbiamo questa ambizione, perché nel mercato europeo valiamo ancora troppo poco: valiamo il 20% del mercato dei ricavi europei contro il 60% della Germania”.

Con il nuovo servizio Mercitalia Fast ogni notte la merce viaggerà sulla relazione fra Caserta Marcianise e Bologna Interporto a bordo di un treno ETR 500 (12 vagoni per una capacità di trasporto equivalente a 18 tir) appositamente attrezzato per il trasporto di roll container, facili e veloci da caricare, scaricare e stivare. Secondo le Ferrovie saranno ridotte dell’80% le emissioni di anidride carbonica nell’atmosfera rispetto alla modalità di trasporto su gomma.

“Stiamo lanciando il primo servizio al mondo di alta velocità per le merci” ha detto con soddisfazione Battisti, aggiungendo che “bisogna intercettare i nuovi bisogni: in un momento in cui l’e-commerce vale 27 miliardi di euro e cresce a doppia cifra bisogna riuscire a portare queste piccole merci il più velocemente possibile. Un domani queste merci si sposteranno con i droni e i robot e noi abbiamo pensato di avvicinarci al futuro e mettere su un treno AV delle merci che tutte le sere, da lunedì a venerdì, partono da Maddaloni e arrivano a Bologna”. In pratica le Fsi entrano in un mercato oggi dominato dai corrieri espresso che tradizionalmente sfruttano gli aerei o i camion per il trasporto notturno di merci ‘time sensitive’. “Noi da Maddaloni anticipiamo il futuro con questo treno. Vediamo come va. Se va bene come risulta dal nostro business plan – ha proseguito l’a.d. delle Ferrovie – abbiamo la volontà di incrementarlo e non limitarlo a Bologna”.

Battisti ha anche annunciato che Ferrovie dello Stato Italiane sta lavorando a un “nuovo piano industriale che darà spazio importante al trasporto delle merci: sulle merci noi vogliamo investire e vi assicuro che anche su questo impianto continueremo a investire”.

Marco Gosso, amministratore delegato di Mercitalia, la divisione dedicata appunto al trasporto merci all’interno delle Fsi, nella stessa occasione ha detto: “Il rilancio del business merci possa attraverso due fasi fondamentali: risanamento e sviluppo. In questi due anni ci siamo concentrati sul risanamento. Ora è tempo di pensare allo sviluppo e quindi di pensare a come attrarre nuovi clienti, entrare in nuovi segmenti di mercato, cambiare gli standard di servizio che riguardano il trasporto delle merci. Il Mercitalia Fast è una delle iniziative che avvia la fase di sviluppo di Mercitalia ed entrerà nel piano industriale per dare slancio al core”.

Gosso infine ha aggiunto che “il segmento del time sensitive è quello con le maggiori possibilità di crescita ma è anche quello da cui le imprese ferroviarie sono state da sempre escluse. Noi abbiamo voluto entrare in questo segmento e sparigliare le carte. E per farlo in modo efficace abbiamo pensato di far leva su due elementi: il primo, la nostra capacità distintiva ovvero il trasporto ferroviario, e il secondo l’impiego di uno degli asset più prestigiosi del nostro Paese cioè la rete alta velocità/alta capacità”.

Mercoledì 7 novembre lascerà la stazione di Bologna Interporto il primo servizio Mercitalia Fast che in 3 ore e mezzo giungerà a Marcianise grazie a un treno che viaggerà a 180 Km/h e per le Ferrovie si aprirà una nuova era nel trasporto ferroviario delle merci.

N.C.

Stampa