APRI
Già registrato? Download PDF ACCEDI o REGISTRATI
Direttore Responsabile: Angelo Scorza
Stampa
12/10/18 14:11

Nuovi arrivi per Codognotto, visite gradite per Marenzana

Il gruppo di autotrasporto e logistica veneto riceve 70 mezzi DAF, quello piemontese di logistica dei prodotti chimici ospita il Board di ECTA a Vado Ligure

Consegna avvenuta presso la sede principale di Codognotto a Salgareda (Treviso) delle nuove unità DAF acquistate: 70 mezzi (64 trattori e 6 carri) del modello XF480.

L’Amministratore Delegato Maurizio Codognotto si è dichiarato contento di questa nuova partnership con DAF il cui Amministratore Delegato Paolo Starace ha condiviso il commento che l’intesa sia basata su una visione comune per un trasporto più innovativo e sempre più sostenibile, a tenere conto non solo delle poche emissioni ma anche del benessere degli autisti.

I test effettuati hanno segnalato un consumo inferiore del 5% rispetto alla media, fattore che ha inciso molto nella scelta di DAF come partner. La sostenibilità e l’innovazione sono infatti dei valori cardine per l’azienda con sede a Treviso ma che conta 50 sedi in altri 20 paesi.

Codognotto e DAF hanno segnalato la volontà di collaborare anche per i test dei nuovi veicoli elettrici DAF che sono in studio al momento.

“La nostra spinta innovativa è dimostrata dai numerosi progetti di ricerca, finanziati dalle istituzioni europee e in collaborazione con vari partner pubblici e privati, fra cui il progetto C-roads Italy, che studia le tecniche di platooning e guida autonoma per un trasporto del futuro più sostenibile e sicuro” conclude una nota di Codognotto.

Sul fronte occidentale dell’autotrasporto italiano, una delegazione in rappresentanza della European Chemical Transport Association (ECTA) si è riunito al Mare Hotel di Savona ospite dell’operatore Marenzana, da sempre socio del consesso europeo essendo stato tra i fondatori nel 1999.

Per l’occasione il consiglio di Amministrazione ECTA, che raggruppa importanti aziende europee del settore chimico, ha fatto visitato al terminal APM di Vado Ligure, in corso di approntamento, mostrando molto interesse nei confronti delle potenzialità che la nuova piattaforma in costruzione nel territorio savonese potrà avere nel futuro. “La prossima apertura del nuovo passo del Gottardo apre infatti importanti opportunità ai traffici mercantili che dal nord Italia si muoveranno verso il centro Europa grazie anche allo sviluppo della tratta ferroviaria che consentirà il passaggio di treni di 750 metri contro gli attuali 450” annota Alberto Marenzana, Presidente dell’omonima società leader europea nel trasporto di prodotti petrolchimici liquidi sfusi pericolosi e non pericolosi, che ha portato la delegazione ECTA in visita alla Vado Tank Cleaning, nuova realtà già orgoglio italiano in Europa nel campo dei servizi al trasporto multimodale di prodotti chimici e petrolchimici, sia terrestre che marittimo, indispensabili per garantire la necessaria sostenibilità ambientale.

“È una soddisfazione vedere aziende europee che mostrano interesse nei confronti del porto di Vado Ligure; ci auguriamo che in futuro si possano concretizzare occasioni di collaborazione con ECTA e con Marenzana, che ringraziamo per la loro visita” dichiara Paolo Cornetto, CEO APM Terminal.

Stampa