English
APRI
Già registrato? ACCEDI o Abbonati
Direttore Responsabile: Angelo Scorza
Stampa
19/11/20 18:42

GLS si prepara alla peak season: previsti aumenti dei volumi sino al 40%

Investiti oltre 150 milioni di euro per rafforzare la rete europea in vista del Natale. Intanto il gruppo Kopron rinomina la divisione Engineering, che diventa Kontractor

Il Gruppo GLS si prepara alla peak season del periodo natalizio potenziando la rete europea dei suoi servizi con un investimento di circa 150 milioni di euro. La società di spedizioni internazionale prevede infatti un aumento del 30-40% dei volumi per l’autunno e soprattutto durante il periodo natalizio.

Nel corso dell’anno il gruppo ha aperto più di venti nuove sedi in tutta Europa e ha esteso fino al 50% in più le capacità degli impianti esistenti. Durante la stagione di picco verranno impiegati oltre 2.500 collaboratori supplementari nella gestione delle spedizioni, oltre a 6.500 veicoli tra furgoni per la consegna e mezzi adatti al trasporto su lunga distanza.

“Stiamo portando avanti in modo deciso il rafforzamento delle nostre capacità come spedizioniere internazionale e vogliamo orientare la nostra rete verso la sostenibilità a livello europeo - spiega Martin Seidenberg, CEO del Gruppo GLS - Quest’anno si è compreso il ruolo fondamentale che GLS svolge nell’approvvigionare le persone. Consideriamo i nostri investimenti un importante pilastro per un sistema di spedizione orientato al futuro e con un focus specifico sull’internazionale. Il nostro obiettivo è quello di gestire al meglio anche i volumi aggiuntivi di spedizioni internazionali per i nostri clienti, con la qualità elevata a cui sono abituati. Abbiamo anche portato avanti il processo di digitalizzazione nella nostra gestione delle spedizioni, ad esempio con scanner portatili di ultima generazione per un’interazione semplice e diretta con i nostri clienti durante la consegna”.

Nel mondo della logistica intanto c’è una novità anche in casa Kopron, che ha deciso di rinominare la divisione Engineering, general contractor per la costruzione di immobili logistici, industriali e commerciali in esercizio da quattro anni, in Kontractor.

“Un nuovo nome per sottolineare l’identità di una divisione in continua crescita la cui attività di General Contracting ben si distingue dalla commercializzazione di prodotti per la logistica in cui Kopron è leader. Pur mantenendo un forte legame con il Gruppo aziendale che l’ha vista nascere e di cui continua a farne parte, beneficiando della sua storicità e solidità finanziaria, Kontractor vuole mettere in evidenza la propria unicità continuando ad offrire un servizio di gestione e costruzione di progetti immobiliari chiavi in mano”, recita una nota dell’azienda.

“La divisione dal 2016 ad oggi – spiega Camillo Mastrolorenzo, direttore tecnico di Kontractor- è cresciuta molto, sia in termini di fatturato sia di lavori acquisiti. Abbiamo vissuto una crescita costante e negli anni abbiamo maturato rapporti con diversi target di clienti: dall’imprenditore allo sviluppatore immobiliare fino ad arrivare allo studio di progettazione. Un cammino ricco di soddisfazioni ma non privo di difficoltà. La principale? Far capire ai clienti che la nostra divisione non vende un prodotto, ma offre un servizio del tutto svincolato dai prodotti del Gruppo. Ecco perché nasce l’idea di Kontractor: un nome semplice che fa immediatamente intuire di cosa si occupa la divisione, che ben si differenzia dal core business Kopron ma che, al contempo, con la forza del nome e del logo, mantiene un legame importante con la casa madre”.

Stampa