APRI
Già registrato? Download PDF ACCEDI o REGISTRATI
Direttore Responsabile: Angelo Scorza
Stampa
04/11/19 17:59

È iniziata una nuova era dell'industria petrolchimica europea

Oltre 2.500 delegati si sono radunati per il 53° meeting annuale dell'EPCA a Berlino

Oltre 2.500 delegati, 14 relatori per 6 sessioni tematiche, 1.172 utenti attivi sull'app mobile, tre giorni stimolanti di sessioni plenarie e seminari e un obiettivo unico: scrivere insieme il prossimo capitolo dell'industria petrolchimica europea!

Questi erano i succulenti ingredienti della 53a edizione della riunione annuale della European Petrochemical Association (EPCA), che si è svolta a Berlino con focus l’esame di come l'industria petrolchimica europea, in collaborazione con i suoi stakeholders globali, si stia reinventando per continuare a mantenere una crescita economica sostenuta.

Marc Schuller, presidente dell'EPCA e vicepresidente esecutivo di Arkema, ha ricordato ai delegati la crescente preoccupazione pubblica per i cambiamenti climatici e i rifiuti di plastica, invitando i leader del settore a garantire che la risposta dell'industria sia al passo con il nuovo senso di urgenza e il livello di trasformazione richiesto.

La sessione di apertura - dedicata a "La prospettiva della catena del valore petrolchimica per guidare la crescita dell'Europa" – ha visto gli interventi di Paul Romer, premio Nobel per le scienze economiche 2018 e di Tom Crotty (direttore del gruppo Ineos) e Patrick Labat (Vice Presidente esecutivo senior per l'Europa settentrionale e membro del Comitato esecutivo di Veolia). L'innovazione per creare un'economia più circolare e per affrontare i cambiamenti climatici è stata al centro di questi key-note speech; sottolineando le numerose iniziative guidate dalle rispettive società, i relatori hanno insistito sul fatto che la cooperazione e la partnership lungo la catena del valore siano essenziali per raggiungere questi ambiziosi obiettivi.

Il concetto di ‘Leadership per la sostenibilità’ era al centro della sessione Talents of Today, Leaders of Tomorrow, intitolata "Petrolchimica: un'industria in cui si produce un impatto!", aperta dal discorso di indirizzo di Stephen Hahn-Griffiths (Chief Reputation Officer presso il Reputation Institute) che ha analizzato l'impatto della Leadership di sostenibilità sulla reputazione delle aziende.

Il prof. Wayne Visser (titolare della cattedra supportata da BASF, Porto di Anversa, Randstad in Sustainable Transformation presso Antwerp Management School) ha presentato i risultati di una ricerca dedicata alla leadership della sostenibilità individuale.
La tavola rotonda comprendeva relatori di spicco quali Christoph Jäkel, (Vicepresidente Sustainability Strategy di BASF) che ha partecipato alla ricerca della EPCA-Antwerp Management School, e Miranda Wang (Co-fondatrice e CEO di BioCellection Inc.), società innovativa basata nella Silicon Valley che trasforma i rifiuti di plastica non riciclabili in sostanze chimiche.

Il nuovo format della riunione annuale EPCA 2019 ha introdotto la novità di un Digital Café interattivo sul ruolo della digitalizzazione come fattore per la sostenibilità nella catena di approvvigionamento petrolchimico; seminario che mirava a esplorare le interazioni tra digitalizzazione e sostenibilità, definite a tale scopo come economia circolare e cambiamenti climatici, consentendo ai partecipanti di condividere pratiche e soluzioni già in atto ed esplorare le opportunità per contribuire a una maggiore sostenibilità nel settore.

La sessione ‘Logistica e catena di fornitura’ - dedicata a "Investire in infrastrutture in Europa per catene di approvvigionamento strategiche e sostenibili" - ha illustrato come infrastrutture (porti, ferrovie, condutture e corridoi) affidabili, ‘intelligenti’, efficienti e ben collegate siano fondamentali per la sicurezza dell'industria petrolchimica europea. Il previsto aumento del 30% del trasporto di merci in Europa nel 2030 combinato coi requisiti dell'accordo di Parigi in termini di riduzione delle emissioni di gas serra entro lo stesso termine impone un controllo sullo stato delle infrastrutture esistenti. Il Prof. Peter Klaus (professore emerito all'Università di Erlangen-Norimberga), Jacques Vandermeiren (CEO e presidente del comitato esecutivo dell'Autorità portuale di Anversa), Bernhard Kunz (amministratore delegato di Hupac) e Clement Först (portavoce del gruppo Rail Cargo) hanno fornito un quadro completo dello stato attuale delle infrastrutture nel vecchio continente, individuando le principali sfide e delineando le prospettive future da un’angolazione globale, affermando con una sola voce la necessità di infrastrutture ferroviarie più efficienti e una maggiore cooperazione tra i principali attori della catena di approvvigionamento petrolchimica europea .

Infine, un nome di calibro quale Pascal Lamy (presidente del Forum di pace di Parigi, ex direttore generale del WTO Organizzazione mondiale del commercio ed ex commissario europeo per il commercio) si è rivolto ai delegati con un intervento illuminante a illustrare le sfide ambientali e geopolitiche e il loro impatto sul commercio e sull'economia

Al termine dei lavori, il presidente dell'EPCA Schuller si è unito a Lamy per premiare i primi 5 della competizione europea di dibattito tra giovani (EYDC) del 2019 e ha concluso la convention invitando i delegati al 54° meeting annuale dell'EPCA a Budapest nell'ottobre 2020.

 

 

Marenzana, membro italiano dell'EPCA, festeggia il suo compleanno a tutta velocità

 

Passato, presente e futuro congiunti per celebrare il 60° anniversario di Marenzana SpA, ora diventato gruppo MRZ. Uno sguardo al passato che ricorda chi era attivamente parte della storia e della crescita di questa azienda con sede a Novi Ligure, Alessandria.

“Ma anche uno sguardo al futuro, ricordando che il successo deve essere perseguito giorno dopo giorno. Una giornata molto emozionante in cui il senso di appartenenza e il desiderio di unirsi hanno vinto!” ha dichiarato il presidente Alberto Marenzana, che aveva invitato tutti i suoi dipendenti all’Ottobiano Motor Sport, a sud di Milano, per una gara di go kart davvero molto speciale per celebrare l'anniversario dell'azienda di famiglia.

 

A.S.

Stampa