APRI
Già registrato? Download PDF ACCEDI o REGISTRATI
Direttore Responsabile: Angelo Scorza
Stampa
10/07/18 15:56

Apertura ufficiale degli svizzeri nelle Fiandre

L'operatore di trasporto combinato e logistica Bertschi ha iniziato a gestire il nuovo terminal per materie plastiche nel porto di Anversa, dove svilupperà un centro logistico trimodale

Dopo che i primi container erano già arrivati ed erano stati movimentati a febbraio di quest'anno in Belgio, Bertschi ha celebrato l'apertura di un nuovo hub di 25.000 m², parte di un'area più grande denominata Antwerp Zomerweg Terminal (AZT) e situata nel porto fiammingo, dove fornisce servizi di logistica a valore aggiunto (trasbordo, stoccaggio e distribuzione di prodotti chimici); la società svizzera aveva acquisito questa zona a giugno 2017.

Il centro logistico è costituito da un'area di stoccaggio container con capacità di 20.000 tonnellate di prodotto e 2 piattaforme inclinabili per il travaso di container sfusi da 20' e 40' in contenitori dry europei di dimensioni da 30'; per la distribuzione Bertschi offre la sua rete europea di trasporto intermodale.

Lo stoccaggio del prodotto in contenitori da 30' presenta diversi vantaggi rispetto ai silos verticali, riduce il numero di movimentazioni e i costi totali della supply chain.

"Dall’arrivo della plastica ad Anversa, passando per il travaso e lo stoccaggio fino alla distribuzione finale, la nuova struttura offre la possibilità di fornire una soluzione all-in-one ai clienti".

L'intera area dell'AZT, che comprende un terminal ferroviario, si trova accanto alla struttura già esistente di Bertschi ad Anversa in una parte centrale del porto belga. L’obiettivo finale nei prossimi anni è quello di sviluppare 80.000 metri quadrati in un centro logistico trimodale per la chimica.

Il gruppo svizzero, che ha già realizzato all'inizio dell'anno un impianto di lavaggio di serbatoi a Singapore, sta espandendo ulteriormente la flotta di container e aumentando gli uffici corporate nel quartier generale di Dürrenäsch.

Nel 2012 l'azienda elvetica aveva lanciato una strategia di globalizzazione, basata su un forte posizionamento sul mercato in Europa che ha generato la quota maggiore della crescita del fatturato realizzato nel 2017 (+ 20% per oltre 800 milioni di euro di ricavi).

Il focus nel 2018 sarà posto sulla digitalizzazione dei processi aziendali; l'outlook è positivo. "Per far fronte a una crescente domanda dei nostri clienti, faremo ulteriori investimenti di una certa consistenza" ha commentato il presidente e CEO Hans-Jörg Bertschi.

 

Angelo Scorza

Stampa