APRI
Già registrato? Download PDF ACCEDI o REGISTRATI
Direttore Responsabile: Angelo Scorza
Stampa
10/09/18 16:15

Taglio della lamiera per la FLNG Coral South dell’Eni

La nuova unità, in costruzione da Samsung, è destinata al giacimento di gas offshore operato dal ‘cane a sei zampe’ al largo del Mozambico

La costruzione della Coral South, l’innovativa Floating Liquefied Natural Gas (FLNG) che opererà al servizio dell’omonimo giacimento, operato dall’Eni nell’offshore del Mozambico, è ufficialmente cominciata.

La corporation italiana, insieme agli altri partner dell’Area 4, la concessione dove si trova il giacimento (oltre a Eni col 25%, ExxonMobil col 25%, CNPC col 20%, Empresa Nacional de Hidrocarbonetos E.P., Kogas e Galp Energia col 10%), aveva effettuato la Final Investment Decision (FID) nel giugno del 2017, affidando poi la maxi-commessa (circa 2,5 miliardi di dollari) ad un consorzio di aziende specializzate guidato dal cantiere navale sudcoreano Samsung Heavy Industries e partecipato tra gli altri dal contractor francese Technip.

Nei gironi scorsi, presso lo stabilimento di Samsung ubicato sull’isola di Geoje, si è svolta la tradizionale cerimonia del ‘taglio della lamiera’ per la FLNG Coral South, alla presenza di Ernesto Max Tonela, Ministro delle risorse minerarie e dell’energia del Mozambico, dei rappresentanti dell’Eni e degli altri partner dell’Area 4

Lo scafo della nuova unità – spiega l’Eni in una nota – è progettato per accogliere le strutture di stoccaggio delle sostanze che verranno processate e prodotte nell’impianto di liquefazione galleggiante, principalmente GNL e condensati, ma anche gli impianti elettrici e la strumentazione meccanica, come pure i sistemi marittimi di gestione del carico.

Anche le altre componenti della FLNG, ovvero i moduli del topside, verranno costruiti in Corea del Sud dal cantiere Samsung, e la loro realizzazione comincerà entro la fine di quest’anno. La Coral South verrà completata entro la fine del 2021, mentre il first gas del giacimento è previsto durante il 2022.

 

TAG : offshore
Stampa